Riforma pensione, la Quota 41 con legge 104, rimarrà in vigore?

-
05/12/2018

Riforma pensione, la Quota 41 per i lavoratori precoci per chi ha la legge 104 per assistere il familiare con handicap grave, rimarrà in vigore?

Riforma pensione, la Quota 41 con legge 104, rimarrà in vigore?

Riforma pensione: Buongiorno, volevo chiedere se con la nuova riforma pensioni resterà in vigore la possibilità per chi assiste un famigliare disabile di andare in pensione con i 41 anni di contributi. Grazie e buona giornata.

La nuova riforma non modifica le misure in vigore. La pensione anticipata Quota 41, per i lavoratori precoci, che hanno lavorato 12 mesi prima dei 19 anni e si trovano in specifiche tutele, possono andare in pensione anticipata con 41 anni di contributi nel 2018. Nel 2019 i requisiti cambiano, ci saranno 5 mesi in più per l’aspettativa di vita (legge Fornero).

Requisiti Quota 41 per i lavoratori precoci

La pensione Quota 41 per tutti non andrà in vigore dal 2019, ma nel 2022. Resta in vigore la pensione anticipata per i lavoratori precoci che si trovano in determinate tutele. Per l’attuale Quota 41 non bastano solo 41 anni di contributi, ma bisogna aver lavorato 12 mesi prima dei 19 anni e trovarsi in particolari situazioni.

Alla quota 41, possono accedere soltanto quei lavoratori precoci che appartengono alle categorie ritenute meritevoli di tutela, ovvero:

  • lavoratori dipendenti in stato di disoccupazione per cessazione del rapporto di lavoro a seguito di licenziamento, anche collettivo, dimissioni per giusta causa o risoluzione consensuale e che non percepiscono più da almeno tre mesi la prestazione per la disoccupazione loro spettante;
  • lavoratori dipendenti ed autonomi che assistono al momento della richiesta e da almeno sei mesi il coniuge o un parente di primo grado convivente con handicap in situazione di gravità in base alla legge 104 articolo 3 comma 3;
  • lavoratori dipendenti ed autonomi che hanno una riduzione della capacità lavorativa, accertata dalle competenti commissioni per il riconoscimento dell’invalidità civile, superiore o uguale al 74%;
  • lavoratori dipendenti addetti a lavori usuranti;
  • lavoratori dipendenti addetti a mansioni gravose.

Nel 2019, per effetto della legge Fornero, i requisiti della Quota 41, aumenteranno di 5 mesi, sono esonerati i lavoratori dipendenti che svolgono lavori usuranti o mansioni gravose.

Ricordiamo, che il Governo sta valutando lo Stop dei cinque mesi, voluti dalla legge Fornero, per maggiori informazioni, consigliamo di leggere: Riforma pensione, stop ai 5 mesi della legge Fornero, è confermato?

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a [email protected]