Riforma pensione Opzione donna, il decreto lascia fuori le nate dal 1960

Riforma pensione Opzione donna, ecco come la bozza del decreto delude molte lavoratrici, lasciando fuori le nate dal 1960.

Riforma pensione opzione donna, inserita la proroga per il 2019 nella bozza del decreto. Nei requisiti richiesti sono lasciate fuori le lavoratrici nate dal 1960. Delusione per questa misura, tante le promesse tradite. Analizziamo i requisiti rispondendo ad una nostra lettrice:

Buongiorno, sono nata a gennaio del 1961 e ho 35 anni di contributi, posso andare in pensione con opzione donna? Cordiali saluti.

Requisiti Opzione donna 2019 nel decreto 

Il calcolo dell’assegno pensionistico viene effettuato con il sistema contributivo, possono accedere le lavoratrici dipendenti nate entro il 31 dicembre 1959 e le lavoratrici autonome nate entro il 31 dicembre 1958, il requisito contributivo richiesto è di 35 anni.

Purtroppo lei non può optare per questa misura in quanto non rientra con il requisito di età anagrafica richiesto.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all’originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”