Riforma pensione: Quota 100, Opzione donna e modifica legge Fornero, tutto a partire dal 2019

Il Governo del cambiamento, sta studiando la nuova Riforma pensione, la Quota 100 ritrova la sua forma originaria (età+contributi), la proroga Opzione donna e la modifica alla Legge Fornero.

Riforma pensione: il team di tecnici del nuovo Governo, stanno studiando la nuova riforma pensioni. Tantissime le novità, l’ultima arriva dal premier Matteo Salvini, dichiara che sarà inserita nella legge di Bilancio 2019, la Quota 100 senza paletti e verrà abolita/modificata la legge Fornero.

Si apre una barlume di speranza, dopo la dichiarazione di Salvini, la Quota 100 sarà data da una semplice somma algebrica, età + contributi. Quindi salta il limite di età a 64 anni, questo significa che aumenterà la platea dei beneficiari.

In questo modo il nuovo Governo, mantiene le promesse fatte agli italiani, nel contratto di Governo a firma di Salvini – Di Maio.

Troverai la notizia completa in quest’articolo: Pensione Quota 100 senza paletti e modifica legge Fornero nella legge di Bilancio 2019

Pensione Opzione donna

Si attendono notizie sulla proroga Opzione donna, che negli ultimi giorni fa molto discutere. Le ultime novità sono preoccupanti, si parla di un allungamento dell’età pensionabile, con requisiti non più con un età di 57 anni e 7 mesi (lavoratrici dipendenti) e 58 e 7 mesi (lavoratrici autonome) con 35 anni di contributi, ma di 64 anni e 35 anni di contributi. Un allungamento di 6 anni. 

Troverai la notizia completa in quest’articolo: Pensione anticipata Opzione donna a 57 o 63 anni, cosa riserva il 2019?

Abolizione o modifica della legge Fornero

Tra le tante promesse del nostro nuovo Governo, c’è l’abolizione o modifica della tanta odiata legge Fornero. Ricordiamo che in base a questa legge, le pensioni subiranno un’innalzamento per la speranza di vita di cinque mesi dell’età pensionabile già dal 2019, sono esclusi i lavoratori che svolgono lavori gravosi e usuranti. 

Quindi in virtù di questo, si spera che il nuovo Governo, metti un freno, bloccando quest’aumento. Le ultime indiscrezioni, parlano di modifica, ma non trapela qual è la modifica che verrà apportata. Sembra che il team allo studio sulla riforma pensioni, stia aggirando l’ostacolo. La modifica o l’abolizione, è possibile, molti studiosi hanno formulato ipotesi di come ridurre i danni di questa riforma.  

Come ridurre i danni della Riforma Fornero

Pensione lavoratori precociSi è sempre parlato di ridurre gli effetti di questa misura che ha messo in ginocchio molti italiani. Sono state formulate varie proposte,  è stato pubblicato anche un libro con le proposte per ridurre i danni provocati dalla precedenti riforme del sistema previdenziale italiano.  Si tratta di un libro pubblicato dal Presidente della Commissione Lavoro alla Camera, Cesare Damiano, e dall’Onorevole Maria Luisa Gnecchi dal titolo “Pensioni: la riduzione del danno”. Già dal titolo si intuisce che il libro, ripercorrendo le tortuose vicende del sistema previdenziale italiano dalla riforma Amato del 1992, arriva fino alla riforma Fornero del 2011.

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.