Riforma Pensioni: proroghe e aumenti, la manovra passa alla fiducia, le novità 2020

-
17/12/2019

Al via la fiducia al senato la Riforma pensioni 2020 non toccherà la Quota 100, proroga Opzione donna e Ape Sociale, aumenti assegni pensionistici, le novità.

Riforma Pensioni: proroghe e aumenti, la manovra passa alla fiducia, le novità 2020

Al via la fiducia al senato la Riforma pensioni 2020 non toccherà la Quota 100 che rimarrà in vigore per il triennio sperimentale dal 2019 al 2021. I lavoratori che rientrano nei requisiti richiesti: età anagrafica di 62 anni e cumulo contributivo di 38 anni, potranno fare domanda fino al 31 dicembre 2021.

Proroga Opzione donna 2020

Passa anche la proroga opzione donna 2020 con la maturazione dei requisiti al 31 dicembre 2019, rendendo possibile l’adesione anche per le lavoratrici del 1961.

1. All’articolo 16, del decreto legge 28 gennaio 2019, n. 4, convertito con modificazioni dalla legge 28 marzo 2019, n. 26, al comma 1, le parole “il 31 dicembre 2018” sono sostituite dalle seguenti: “il 31 dicembre 2019” e al comma 3 le parole “entro il 28 febbraio 2019” sono sostituite dalle seguenti: “entro il 29 febbraio 2020”.

Per approfondimenti: Pensione Opzione donna rinnovata nel 2020 requisiti al 31 dicembre 2019, novità nella legge di Bilancio 2020

Proroga Ape Sociale

Prorogata anche l’Ape Sociale per tutto il 2020, la misura resta invariata nei requisiti. Ricordiamo che è possibile accedere a questa misura pensionistica si potrà accedere con 63 anni di età anagrafica e 30 anni di contributi per le seguenti tutele: disoccupati che hanno terminato di percepire la Naspi da almeno tre mesi; lavoratori invalidi con una percentuale uguale o superiore al 74%; lavoratori Caregiver che assistono almeno da sei mesi il familiare con handicap grave ai sensi della legge 104 art. 3 comma 3; con 36 anni di contributi per i lavoratori che svolgono mansioni gravosi e usuranti.

Per approfondimenti: Pensione anticipata Ape Sociale nel 2020: domanda e requisiti

Aumenti per i pensionanti

Sblocco anche l’aumento dei pensionati che percepiscono un assegno pensionistico tra i 1.522 e 2.2029 euro. Il Governo ha sbloccato la rivalutazione delle pensione per le somme che vanno da 3 a 5 volte il minimo, in modo da rendere l’indicizzazione piena.

Aumento pensioni dal 1° gennaio 2020: elenco dei nuovi importi