Rimborso affitti studenti universitari fuori sede, l’ok della commissione Bilancio

-
02/07/2020

Un emendamento al decreto Rilancio prevede il rimborso delle spese sostenute per l’affitto degli alloggi degli studenti universitari fuori sede per il periodo di lockdown.

Il deputato del Movimento 5 Stelle Luigi Iovino ha proposto un emendamento al Decreto Rilancio per il rimborso dell’affitto agli studenti universitari fuori sede per il periodo di lockdown. L’emendamento è stato approvato dalla Commissione Bilancio e questo fa supporre che le probabilità che lo stesso sia contenuto nel testo definitivo della legge siano abbastanza alte.

Rimborso affitto studenti universitari fuori sede

Ovviamente per poter beneficiare del rimborso sarà necessario attendere che il testo definito della Legge sia pubblicato in Gazzetta Ufficiale per la conversione del Decreto Rilancio in legge.

La misura appare molto importante visto che sono moltissime le famiglie che hanno continuato, nell’incertezza sulla ripartenza delle lezioni in presenza e della modalità degli esami, a pagare l’affitto per gli immobili in cui vivono i figli, studenti fuori sede, per frequentare l’Università.

Luigi Iovine, il deputato che ha proposto l’emendamento commenta l’approvazione della commissione Bilancio con soddisfazione affermando che si tratta di un’iniziativa molto importante che interviene su una platea di beneficiari molto vasta poichè sono centinaia di migliaia le famiglie in difficoltà che hanno dovuto continuare a sostenere la spesa dell’affitto. Il deputato pentastellato, tra l’altro, commenta sottolineando che lo Stato deve sempre tutelare il diritto allo studio e questo emendamento punta proprio in questa direzione.

Se le’emendamento, come si suppone, sarà inserito nel testo definivo della legge, le famiglie con Isee fino a 15mila euro potranno ricevere il rimborso della locazione dell’immobile per i figli studenti universitari fuori sede per il periodo di lockdown (in cui, appunto, i ragazzi non hanno abitato l’immobile locato).

L’aiuto concreto è nei confronti di famiglie, quindi, che oltre ad essere state fortemente penalizzate dalle misure restrittive si trovano a sobbarcarsi una spesa molto importante per garantire ai figli di studiare e conseguire una Laurea con competenze specialistiche che in futuro saranno utili anche al resto del Paese.

Il rimborso, quindi, anche se sarà inserito nel testo definitivo della Legge non sarà rivolto a tutti ma soltanto a coloro che hanno un ISEE inferiore ai 15mila euro (e in ogni caso, anche con questo vincolo la platea di possibili beneficiari tocca migliaia di studenti fuori sede).


Leggi anche: Bonus casa 2022: proroga, agevolazioni e legge di bilancio

Si ricorda, in ultimo, che non è possibile ancora presentare domanda di rimborso per l’affitto in questione e al momento non si sa neanche quali mesi saranno coperti dalla misura in questione (solo i mesi di lockdown o anche maggio e giugno visto che la Università ancora non hanno riaperto?). Per saperne di più, in ogni caso, sarà necessario leggere il testo della misura non appena sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Un altro importante emendamento al Decreto Rilancio riguarda il bonus matrimonio, invitiamo a leggere: Bonus matrimonio in arrivo nel 2021? E’ contenuto negli emendamenti al Decreto Legge Rilancio