Rimborso canone Rai chi può chiederlo e quando: i moduli da compilare

Il rimborso del canone rai addebitato sulle bollette dell’energia elettrica può essere richiesto solo nel caso che sia stato addebitato sulle fatture dell’energia elettrica, pagato ma non dovuto.

Il rimborso si richiede compilando l’apposito modulo approvato dall’Agenzia delle Entrate approvato il 2 agosto 2016 e deve essere utilizzato solo nel caso il canone Rai sia stato pagato indebitamente.

Per quali motivi si può richiedere il rimborso del canone Rai?

Nell’istanza di rimborso si deve indicare la motivazione per la quale si chiede il rimborso riportando una delle causali seguenti:

  • il richiedente o un altro componente della sua famiglia anagrafica è in possesso dei requisiti di esenzione relativi ai cittadini che hanno compiuto il 75° anno di età con reddito complessivo familiare non superiore a 6.713,98 euro ed è stata presentata l’apposita dichiarazione sostitutiva. Per l’esenzione relativa all’anno 2018 il reddito complessivo familiare dell’anno precedente (2017) deve essere non superiore a 8.000 euro (codice 1);
  • disabilità e canone Raiil richiedente o un altro componente della sua famiglia anagrafica è esente per effetto di convenzioni internazionali (ad esempio, diplomatici e militari stranieri) ed è stata presentata l’apposita dichiarazione sostitutiva (codice 2);
  • il richiedente ha pagato il canone mediante addebito sulle fatture per energia elettrica, e lui stesso o un altro componente della sua famiglia anagrafica ha pagato anche con altre modalità, ad esempio mediante addebito sulla pensione (codice 3);
  • il richiedente ha pagato il canone mediante addebito sulle fatture per energia elettrica e lo stesso è stato pagato anche mediante addebito sulle fatture relative ad un’utenza elettrica intestata ad un altro componente della stessa famiglia anagrafica (codice 4);
  • il richiedente ha presentato la dichiarazione sostitutiva di non detenzione di apparecchi televisivi da parte propria e dei componenti della sua famiglia anagrafica (codice 5).

Se si indica che a pagare è stato un altro membro del nucleo familiare bisogna indicare anche il codice fiscale di colui che ha pagato il canone Rai.

Il rimborso avviene con accredito sulla prima fattura utile dell’energia elettrica o con modalità scelte dal beneficiario entro 45 giorni dalla ricezione da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Modulo rimborso canone Rai

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.