Riposo contrattuale autotrasportatori e pensione anticipata, cambiano le regole, tutte le novità

Riposo contrattuale Autotrasportatori, cambiano le regole: nel testo del progetto di risoluzione legislativa del Parlamento europeo in materia di autotrasporto, è stato proposto che i tempi di riposo siano spalmati su 4 settimane, invece delle attuali 2. Di conseguenza, lo stop settimanale lungo di 45 ore può essere ridotto fino a 24 ore per 2 volte di seguito, a condizione che nelle 2 settimane successive sia aumentato per recuperare le ore sottratte al lavoratore nelle 2 settimane precedenti.

Inoltre, sono previste modifiche al luogo dove può svolgersi il riposo settimanale: infatti, potrà avvenire a bordo del mezzo solamente nel caso in cui ci si trovi in aree attrezzate con misure di sicurezza, cucina, servizi igienici e wi-fi.

Pensione anticipata lavoro gravoso: Camionista

Il camionista che trasporta mezzi pesanti, rientra nella categoria dei lavori gravosi. 

Possono fare domanda della pensione anticipata Ape Sociale con 63 anni e 36 anni di contributi versati, analizziamo chi può fare domanda, non tutti i camionisti rientrano in questa categoria.

Pensione anticipata APE Sociale: requisiti

Per accedere all’Ape social bisogna avere due requisiti di base:

  • almeno 63 anni di età;
  • maturazione dei requisiti per la pensione di vecchiaia entro i 3 anni e 7 mesi successivi all’inizio dell’Ape.

Inoltre per accedere al beneficio bisogna rientrare in una di queste quattro categorie:

  • disoccupati senza ammortizzatori sociali e con almeno 30 anni di contributi;
  • disabili con una riduzione della capacità lavorativa di almeno il 74% e con almeno 30 anni di contributi;
  • persone con almeno 30 anni di contributi che assistono da almeno sei mesi il coniuge o un parente di primo grado convivente con disabilità;
  • lavoratori che hanno svolto “attività gravose” per almeno a sei anni negli ultimi sette oppure per almeno sette anni negli ultimi dieci anni prima del pensionamento, e hanno maturato, almeno 36 anni di contributi (professioni infermieristiche e ostetriche; insegnanti d’asilo; badanti; facchini; addetti allo spostamento delle merci; operatori ecologici, raccoglitori e separatori di rifiuti, personale non qualificato addetto ai servizi di pulizia; operai dell’industria estrattiva, dell’edilizia e della manutenzione degli edifici; conduttori di gru e di macchinari mobili per la perforazione delle costruzioni; autisti di camion e mezzi pesanti; conduttori di treni e personale viaggiante; conciatori di pelli e pellicce, agricoltori, siderurgici di secondo fuoco, marittimi e pescatori).

Il beneficio dell’Ape social non è cumulabile con altre forme di sostegno al reddito per disoccupazione involontaria: Naspi, mini-Aspi, Asdi, e Dis-col. È possibile, invece percepire un reddito da lavoro, ma deve rimanere nei seguenti limiti:

  • 8mila euro l’anno per i redditi da lavoro dipendente o da collaborazione coordinata e continuativa;
  • 4.800 euro annui per i redditi da lavoro autonomo.

Qualifica considerata per il lavoro gravoso come camionista

La qualifica richiesta, per la pensione anticipata Ape Sociale lavoro gravoso, come Camionista deve avere il codice ISTAT è: 7.4.2.3.0 – Conduttori di mezzi pesanti e camion.

Le professioni individuate in questa categoria sono:

  • autista di carroattrezzi
  • autotrasportatore
  • autotrasportatore merce
  • camionista
  • conducente di: autobetoniera, autobotte, autocarro, autoinnaffiatrice, autotreno, innaffiatrice stradale, spazzaneve, mezzi di raccolta dei rifiuti.

Molte difficoltà hanno riscontrato questa categoria di lavoratori nella domanda APE Sociale, nel controllo dell’INPS presso i vari enti: INAIL e Ministero del Lavoro. Le difficoltà sono dovute per la maggior parte dei casi, dall’inquadramento contrattuale.

Pensione APE Sociale: modulo AP116 aggiornato con le nuove attività lavorative

Se hai dubbi o domande scrivici sul forum, noi ti risponderemo il prima possibile: Forum Pensioni anticipate

Riposo contrattuale autotrasportatori e pensione anticipata, cambiano le regole, tutte le novità ultima modifica: 2018-06-07T10:51:07+00:00 da Redazione NotizieOra

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.