Riscatto laurea durante Naspi: è possibile?

-
19/11/2019

Riscatto laurea in Naspi: è possibile o esistono agevolazioni al riguardo? Indaghiamo.

Riscatto laurea durante Naspi: è possibile?

Il riscatto degli anni si studio universitario permette di valorizzare gli anni di università che hanno portato alla Laurea ai fini pensionistici. Gli anni riscattati avranno poi valore come i contributi derivanti da lavoro effettivo e potranno essere considerati sia per il diritto che per la misura della pensione. 

Riscatto laurea in Naspi

Una nostra lettrice ci scrive:

Buongiorno spett.li esperti e consulenti, 

mi permetto di sottoporvi un quesito relativo al riscatto degli anni di  laurea a seguito del licenziamento che ho subito da parte dell’azienda, per taglio della funzione di appartenenza per riduzione dei costi, e quindi  annullamento della mansione.
 
Sono stata assunta il 02/09/1991 e ho lavorato per 28 anni sino al 14/10/2019 nel medesimo gruppo aziendale.
Sono nata il 27/07/1966, ho 28 anni di contributi e vorrei riscattare i 5 anni di  laurea in Chimica da settembre 1985 a febbraio 1991.
 
Entrerò in Naspi appena finito il preavviso.
Posso riscattare i 5 anni di laurea durante la Naspi, cioè in disoccupazione?
Se non è possibile, esiste una forma di riscatto della laurea agevolata nella la mia situazione?
 
Vi ringrazio se potrete darmi una cortese risposta e saluto cordialmente.
 
Per quanto riguarda eventuali agevolazioni, non sono previste per  i lavoratori disoccupati anche se stanno fruendo della Naspi: il riscatto laurea agevolato, infatti, è possibile soltanto per anni di studio che si collocano dopo il 31 dicembre 1995. Nel suo caso, collocandosi gli anni di studi precedentemente a questa data, l’agevolazione non è fruibile.
 
Il riscatto della laurea è possibile anche durante la fruizione della disoccupazione Naspi poichè i contributi che si andranno a riscattare si collocheranno temporalmente nel periodo in cui si sono svolti gli anni di studio (1985/1991). Unica precisazione: l’INPS di solito non accoglie in modo molto veloce la domanda di riscatto e ci sono alcuni nostri lettori che dopo anni dalla domanda di riscatto, stanno ancora attendendo notizie sulla modalità di pagamento. 

 
Le consiglio, quindi, se vuole iniziare il pagamento del riscatto laurea fin da subito di sollecitare più volte l’INPS per farsi inviare i bollettini del pagamento anche perchè l’onere è rateizzabile in un massimo di 120 mesi.

In conclusione 

Mi permetto, però, di fare un’osservazione: il riscatto della laurea è utile per chi riesce ad accedere anticipatamente alla pensione poichè aiuta al raggiungimento del requisito contributivo che la misura richiede. Nel suo caso, anche sommando ai 28 anni di contributi in suo possesso gli eventuali 2 anni derivanti da contributi da Naspi e i 5 anni del riscatto laurea, giungerebbe ad un massimo di 35 anni di contributi che, in ogni caso non le permetterebbero di accedere alla pensione anticipata ordinaria. Se il suo intento è quello di accedere alla pensione di vecchiaia a 67 anni le sconsiglio il riscatto della laurea poichè molto oneroso e a livello di incremento dell’assegno pensionistico davvero irrisorio.


Leggi anche: Bonus prima casa under 36: Isee, requisiti, scadenza e agevolazioni fiscali