Sciopero benzinai giugno contro la fatturazione elettronica

Proclamato sciopero dei benzinai per il 26 giugno contro l’obbligo di fatturazione elettronica.

Proclamato per il 26 giugno sulla rete ordinaria e su quella autostradale uno sciopero dei benzinai da Faib Confescercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa  Confcommerrcio conto la fatturazione elettronica.

Lo sciopero è stato annunciato da un comunicato congiunto delle 3 federazioni che denunciano le criticità del settore che si rischiano nell’affrontare i nuovi obblighi relativi alla fatturazione elettronica che scatteranno dal prossimo 1 luglio in assenza di provvedimenti normativi.

benzinaiMancano, quindi, poco meno di 3 settimane dalle scadenze poste dalla legge per adeguarsi alla fatturazione elettronica ma nella nota si legge che i ritardi e le incoerenze al riguardo sono talmente tanti chela rete distributiva, largamente rappresentata da chioschi, è a rischio blocco e paralisi.

Pur comprendendo il delicato momento di transizione di Parlamento e governo, le scadenze ravvicinatissime ed il livello di impreparazione del ‘sistema’ dovrebbero di per sé consigliare un intervento normativo urgente e risolutivo che, oltre al resto, posponga i termini già fissati”, prosegue la nota sindacale.

“Al contrario, le ripetute sollecitazioni avanzate anche direttamente verso il ministro Prof. Tria non sono riuscite finora a sortire neanche un segnale di attenzione. Per queste ragioni -conclude la nota sindacale- alla categoria non rimane altro strumento di azione che proclamare lo sciopero nazionale di 24 ore, per martedì 26 giugno”.

Redazione

Notizie scritte dalla redazione di cronaca, notizie, salute, viaggi, gastronomia e musica di NotizieOra.