Scuola: ecco la proposta per unificare gli stipendi di maestri e professori

-
27/11/2019

Scuola:è stata presentata un proposta di legge in Parlamento per unificare gli stipendi di maestri e professori, ecco di cosa si tratta

Scuola: ecco la proposta per unificare gli stipendi di maestri e professori

Sono ormai più di 20 anni che per essere insegnante bisogna essere laureati. Tutti gli insegnanti vengono considerati in egual modo sia dai sindacati che dall’amministrazione. Quindi un insegnante dell’elementare ha la stessa identica funzione di un professore delle scuole superiori, malgrado lo stipendio non diverso.  Infatti gli stipendi dei docenti sono diversi a seconda di quale livello scolastico insegnano e a fine carriera si arriva anche a raggiungere una diversificazione quantizzata nel 20% in più tra un insegnante di liceo e un insegnante della materna.

La proposta di Raciti

Quindi sembra che sia il momento giusto per iniziare a rivedere un po’ il sistema, tanto che proprio nel mese di ottobre l’onorevole Raciti, deputato del PD, ha depositato in Parlamento un disegno di legge per far sì che le retribuzioni dei docenti della materna siano equiparati con quelli dei professori della scuola superiore di secondo grado.

Questa sicuramente sarà una lotta molto dura da poter vincere, anche perché neanche i sindacati sono molto convinti di questa situazione. Infatti, quando si è avuto l’atto d’indirizzo della Ministra Madia che prevedeva un aumento medio di 85 euro, ma con una specifica clausola, quella di maggiorare di più gli stipendi delle maestre e di meno quello dei professori. Ciò non è stato accolto né dai sindacati né dall’amministrazione pubblica e si è deciso di dare a tutti lo stesso aumento di 3,48%. Da questo è facile dedurre che la forbice tra gli stipendi dei docenti andrà sempre più ad aumentare.


Leggi anche: Canone RAI, per chi evade multa da 600 euro e rischio carcere

Quali gli aumenti degli stipendi?

Facendo due conti, su uno stipendio di 1.500 euro viene applicato l’aumento del 3,48% e si arriva ad uno stipendio di 1.862 euro, aumentando la forbice da 300 a 310 euro. La soluzione potrebbe essere che gli aumenti degli stipendi dei docenti potrebbero avvenire con percentuali diverse, ad esempio per le maestre e i maestri della materna nella misura del 5%, mentre per i professori del liceo nella misura del 2%. Ma tutto ciò nell’ultimo contratto non è stato portato a termine.

Un altro sogno è quello di equiparare tutti gli stipendi dei docenti, quindi aumentare quelli di maestri/e delle materne e delle elementari a livello dei prof di liceo. Cosa molto difficile da realizzare per due grandi ostacoli: il bisogno di avere a disposizione molte risorse e il sindacato che non permetterebbe mai di sottoscrivere un contratto solo a favore degli stipendi più bassi.

Adesso la cosa importante è capire ciò che il deputato Raciti propone nel suo disegno di legge, come soluzione di questo problema. Noi vi forniremo tutte le notizie e gli eventuali sviluppi futuri.

Scuola: stipendio docenti uguale per tutti