Secondo acconto imposte del 90% con scadenza il 2 dicembre, possibile la rideterminazione

-
19/11/2019

L’Agenzia delle Entrate pubblica una risoluzione in cui chiarisce la rideterminazione del secondo acconto imposte con scadenza il 2 dicembre 2019.

Secondo acconto imposte del 90% con scadenza il 2 dicembre, possibile la rideterminazione

Rideterminazione del secondo acconto imposte del 90 per cento scadente il 30 novembre che slitta il 2 dicembre in quanto il 30 è sabato. Il secondo acconto per il periodo d’imposta 2019 non è soggetto alla rateizzazione e quindi è fondamentale considerare quanto previsto dalla risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 93/E del 12 novembre 2019.

Chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate sulla rideterminazione del secondo acconto imposte

L’Agenzia delle entrate ha chiarito nella risoluzione sopra indicata che in merito all’applicazione dell’art. 58 del D.L. 124/2019, i contribuenti hanno avuto la conferma che la facoltà di rideterminare l’acconto di novembre, resta fermo l’importo versato nel primo acconto:

  • riguarda tutti i soggetti già destinatari del rinvio dei versamenti previsti dall’art. 12-quinquies, cc. 3 e 4, del D.L. 34/2019, e quindi anche i forfettari, i soggetti in regime di vantaggio e tutti coloro (imprese autonomi) con attività per cui sono stati approvati gli Isa, anche se concretamente non applicabili per effetto delle varie cause di esclusione;
  • si applica a tutte le imposte sostitutive e addizionali di Irpef, Ires e Irap, comprese la cedolare secca sugli affitti, l’Ivie e l’Ivafe (ma non ai contributi previdenziali).

Riduzione sui versamenti degli acconti imposte, ecco come funziona