Seggiolini anti abbandono in auto obbligatori, tutte le novità

-
08/08/2018

Seggiolini anti-abbandono , la normativa è stata approvata alla Camera. Questa prevede l’obbligo di un seggiolino provvisto di allarme sonoro e visivo, che avvisa il genitore o chi è al momento alla guida del veicolo, la presenza del bambino quando si spegne l’auto. Leggi di più

Seggiolini anti abbandono in auto obbligatori, tutte le novità

L’obbligo di montare i seggiolini anti-abbandono in auto è stato approvato, con una corsia preferenziale, direttamente in Commissione Trasporti alla Camera. Tutto ciò per velocizzare i tempi.

Vediamo nello specifico cosa prevede questa nuova normativa.

Seggiolini anti-abbandono ecco chi avrà l’obbligo

Il dispositivo anti-abbandono per far in modo che vengono montati direttamente nei veicoli di nuova produzione, bisognerà attendere una normativa europea. Per questo la nuova normativa approvata dalla Camera obbliga utilizzo dei seggiolini salva bebè a chi trasporta i bambini fino ai 4 anni. Il testo approvato obbliga, quindi, i conducenti dei veicoli di categoria “M1, N1, N2 e N3, immatricolati in Italia o all’estero e condotti da residenti in Italia.

Per chi non rispetta questa normativa le sanzioni sono le stesse di quelle della violazione della cintura di sicurezza. Quindi una multa da €81 e una decurtazione di 5 punti, in caso di recidiva la sospensione della patente dai 15 giorni ai 2 mesi.

Quali caratteristiche deve avere il seggiolino salva bebè

Il dispositivo che dovrà prevenire l’abbandono del bambino in auto, deve avere delle specifiche caratteristiche. Il dispositivo di sicurezza dovrà essere provvisto di un allarme, sia sonoro che visivo, che avviserà il conducente della presenza del bambino nel momento in cui si spegne l’auto. Un Decreto del Ministero dei Trasporti, entro 60 giorni dell’entrata in vigore della legge, metterà in luce tutte le caratteristiche che dovranno avere i dispositivi di sicurezza.


Leggi anche: Pensioni anticipate e Legge di bilancio 2021: si punta al contratto di espansione oltre ad APE sociale e Opzione Donna

Una precauzione in più: l’avviso ai genitori con un decreto del Miur

È stata aggiunta una nuova misura di prevenzione al testo da parte della commissione dei trasporti, questa consiste nel cercare di evitare il più possibile gli episodi di abbandoni dei bambini nei veicoli a momento dell’ingresso a scuola. Con un decreto del Miur, che dovrà essere emanato entro 30 giorni dall’entrata in vigore della legge, disciplina le modalità con le quali i genitori o chi ne esercita la responsabilità genitoriale dei bambini che frequentano asili nido e scuole dell’infanzia, saranno tempestivamente informati dell’assenza degli stessi.

Seggiolini anti-abbandono

Tempi delle entrate in vigore della normativa

Entrerà in vigore il prossimo primo luglio 2019 la nuova normativa per salvaguardare i bambini dell’abbandono in auto.

La normativa deve ancora percorrere il classico itinerario. Sì dovrà attendere l’approvazione definitiva da parte del Senato entro il prossimo anno e 120 giorni per l’entrata in vigore vera e propria.

Previsione degli incentivi nella Legge di Bilancio

Incentivi per l’acquisto dei nuovi seggiolini anti-abbandono saranno previsti nella prossima Legge di Bilanco.

Il Sottosegretario Michele Dell’Orco ha precisato che ci sarà sicuramente l’istituzione di un fondo ad hoc che consentirà l’introduzione di un agevolazione fiscale per acquisto dei seggiolini anti abbandono da parte delle famiglie. Il Ministro dei Trasporti Danilo Toninelli ha auspicato l’introduzione di una detrazione fino a 200 euro che potrebbe essere inserita nella Legge di Bilancio. Ma ciò dipenderà dall’esito positivo tra le interlocuzione tra MIT e il Ministero dell’Economia sulle risorse.


Potrebbe interessarti: Bonus ristorazione (Mipaaf) Covid e fondo per la filiera: arriva la proroga al 15/12, ecco le istruzioni con i codici Ateco

L’opinione della Codacons

Anche la Codacons è favorevole all’approvazione della legge che rende obbligatorio il seggiolino anti-abbandono sulle auto, ma prevede anche una speculazione a danno delle famiglie. La Codacons sostiene che quando si introduce un obbligo si deve anche prevedere delle tutele per le famiglie. Per questo loro indicano che i seggiolini dovrebbero essere totalmente gratuiti per i genitori, anche allo scopo di evitare speculazioni sulle esigenze di tutelare i bambini.

L’associazione auspica inserimento dell’allarme installato direttamente nelle auto di nuova produzione. Ciò già esiste e rende possibile non solo salvare i bambini ma anche i cani gatti dimenticati sui sediolini posteriori dell’auto attraverso allarmi sonori e luminosi e all’attivazione automatica del sistema di climatizzazione sulle vetture.

Bambini in auto: campagna di sensibilizzazione per la sicurezza stradale

Bambina ritrovata morta in auto, lasciata in un parcheggio dal papà