Separazione: la madre deve risarcire il padre per avergli impedito di vedere il figlio, la sentenza

-
14/11/2019

La sentenza sul risarcimento che una madre ha dovuto riconoscere al padre perché lo ha emarginato impedendogli di incontrare il bambino per diversi anni.

Separazione: la madre deve risarcire il padre per avergli impedito di vedere il figlio, la sentenza

La sentenza del Tribunale di Cosenza, nel decreto 54/2019 ha dato ragione ad un padre che per anni non ha avuto la possibilità di incontrare il bambino a causa della madre. Causando disagi e sofferenze a carico del padre; ma ha anche privato il figlio dell’affetto dell’altro genitore utile alla crescita, all’educazione e alla formazione.

Separazione: il caso

Il bambino di una coppia in sede di separazione è affidato ad entrambi i genitori con collocamento prevalente presso la madre e con orario disciplinato di visite da parte del padre. LA donna ha interrotto volutamente gli incontri, accusando il marito che il bambino provava disaggio e che il padre abusava sessualmente e maltratta il figlio.

Accuse pesanti che hanno rovinato moralmente e fisicamente il padre e inoltre non hanno trovato nessun riscontro oggettivo. Il sospetto di presunti abusi e maltrattamenti, dopo accurate indagini sono risultati privi di fondamento. Le indagini sono state svolte dalla locale Procura della Repubblica in tre distinti procedimenti.

Anche la perizia medico legale sul bambino e le intercettazioni ambientali audio -video all’interno dell’abitazione del padre hanno avuto esito negativo.

Anche la valutazione ispettiva del bambino dopo la visita dal padre e il rientro dalla madre, ha dato esito negativo, nessun maltrattamento e disturbi post-traumatici.

Dopo aver valutato una serie di elementi, la Corte ritiene che l’allontanamento del bambino dal padre sia imputabile alla madre che ha deciso unilateralmente di interrompere i rapporti nonostante l’esito delle indagini penali era risultato negativo. Anche dopo la terza archiviazione. In tutto questo periodo il bambino è stato sotto l’influenza esclusiva della madre che ha pregiudicato l’instaurazione di un rapporto sano tra padre e figlio; tanto da rendere compromesse le capacità genitoriali.

La decisione dei giudici

A modifica delle condizioni della separazione stabilite dalla sentenza del Tribunale di Cosenza n. 130 del 18.1.17, affida ….., nella persona del direttore responsabile, e dispone che il minore incontri il padre, almeno due volte a settimana […];

  •  dispone che i Servizi affidatari curino la sottoposizione del minore ad un percorso psicoterapeutico di sostegno; […]
  • ammonisce la madre ad astenersi dal tenere condotte ostative agli incontri padre-figlio;
  • condanna la resistente al risarcimento dei danni in favore del ricorrente e del figlio, che quantifica in € 5.000,00 per ciascuno;
  • rigetta le ulteriori domande;
  • condanna la resistente al rimborso delle spese processuali sostenute dal ricorrente, che liquida in € 2.225,00 per compensi, oltre rimborso spese forfetarie, cpa e iva;
  • pone definitivamente a carico della resistente le spese di ctu;


Leggi anche: Canone Rai: come ottenere il rimborso procedura e modulo

I giudici condannano la madre al risarcimento del danno sia verso il padre che verso il figlio, privato dell’affetto del padre per molti anni. 

Separazione, casa coniugale e figli maggiorenni: quali diritti