Sono detraibili le spese notarili acquisto prima casa, le novità 2018

Sono detraibili le spese notarili come oneri accessori al mutuo ipotecario stipulato per acquisto dell’abitazione principale, insieme agli interessi passivi del mutuo. Le spese possono essere detratte nella dichiarazione 730 o Redditi.

Detrazione spese notarili: la documentazione

Per poter portare la detrazione le spese notarili, bisogna essere in possesso della seguente documentazione:

  • Ricevute della quetanza relative alle rate di mutuo pagate nell’anno 2017;
  • Contratto di mutuo dal quale risulti il finanziamento per l’aquisto dell’immobile adito ad abitazione principale;
  • Contratto di acquisto dell’immobile;
  • Documentazione degli oneri accessori all’acquisto sostenuti;
  • Autocertificazione che attesti che l’immobile acquistato è stato adibito ad abitazione principale e che tale condizione sussista anche nel 2017.

Interessi passivi per ristrutturare casa

Se si contrae un mutuo per ristrutturare casa, si possono detrarre gli interessi passivi? A rispondere è l’Agenzia delle Entrate con una recente guida dove spiega in cosa consiste la detrazione dall’Irpef degli interessi passivi, e i relativi oneri accessori, pagati sui mutui ipotecari stipulati a partire dal 1998 per la ristrutturazione o la costruzione dell’abitazione principale.

È possibile richiedere la detrazione se ricorrono le seguenti condizioni:

  • il mutuo deve essere stipulato nei 6 mesi antecedenti la data di inizio dei lavori di costruzione o nei 18 mesi successivi;
  • l’immobile deve essere adibito ad abitazione principale entro 6 mesi dal termine dei lavori di costruzione;
  • il contratto di mutuo deve essere stipulato dal soggetto che avrà il possesso dell’unità immobiliare a titolo di proprietà o di altro diritto reale.

Abbiamo redatto un articolo guida, dove potrete trovare tute le informazioni: Mutuo per ristrutturare casa: detrazione degli interessi passivi

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.