Speciale pensionamento, Cartelle esattoriali, Conto corrente e Fisco, Mutui, Saldo e stralcio, Fattura elettronica, le novità

-
26/01/2020

Rassegna su pensionamento anticipato, prescrizione cartelle esattoriali, Conto corrente e Fisco, Mutui, Saldo e stralcio, Fattura elettronica, le novità

Speciale pensionamento, Cartelle esattoriali, Conto corrente e Fisco, Mutui, Saldo e stralcio, Fattura elettronica, le novità

Rassegna di questo fine settimana dal 25 al 26 gennaio 2020, con tantissime novità. Iniziamo con uno speciale sul pensionamento anticipato, pensione contributiva e fondi pensione; Novità su prescrizione cartelle esattoriali con contributi previdenziali Inps; Mutui nel 2020 sempre più convenienti; la lente del Fisco sui conti correnti; Note spese gonfiate e dichiarazioni fraudolente; Fattura elettronica nel 2020 subirà delle variazioni; Ridurre i debiti dell’80% con la procedura chiamata “saldo e stralcio”. 

Speciale pensionamento

Pensionamento anticipata Forze Armate e Polizia con la RITA

Il pensionamento con la rendita integrativa anticipata temporanea è previsto sia per i dipendenti del pubblico impiego sia per i dipendenti privati. Rientrano tra i dipendenti statali anche i dipendenti di Forze Armate e di Polizia. Esaminiamo una domanda di un nostro lettore con una breve panoramica sul pensionamento di tale categoria.

Leggi qui come fare: Pensionamento anticipato per Forze Armate e Polizia con fondo pensione

Pensione contributiva

La pensione contributiva spetta a chi non ha contributi accreditati prima del 1996 o è iscritto alla gestione separata e viene calcolata considerando i contributi versati e l’età pensionabile. In precedenza veniva utilizzato il sistema retributivo, che si basava sulla media delle retribuzioni degli ultimi anni di lavoro e che era quindi più vantaggioso per i pensionati ma meno per lo Stato, attualmente in difficoltà a mantenere il sistema pensionistico con un mercato del lavoro in crisi e l’età media della popolazione in aumento. 


Leggi anche: Bonus ristorazione (Mipaaf) Covid e fondo per la filiera: arriva la proroga al 15/12, ecco le istruzioni con i codici Ateco

Per approfondire la notizia: Pensione contributiva: tutte le tipologie di trattamento

Pensionamento anticipato di circa 5 o 10 anni, quello che i CAF non conoscono

Dopo la pubblicazione di un nostro articolo sul pensionamento con la Rendita Integrativa Temporanea Anticipata che prevede un anticipo di cinque o dieci anni (se disoccupato di lunga durata), ci sono state molte polemiche su questa misura, alcuni hanno detto che i CAF affermano che sono false notizie e che questa pensione non esiste. Ebbene, i Caf si dovrebbero informare, se loro non sono a conoscenza della Rendita Integrativa Temporanea Anticipata non significa che non esiste. La RITA è entrata in vigore con la legge di Bilancio 2018, operativa con la circolare COVIP n. 888/18. Potrete trovare tutti i riferimenti qui: Pensione Rita, i nuovi requisiti 2018, i chiarimenti da COVIP

Andiamo per ordine e cerchiamo di capire che cos’è la Rendita Integrativa Temporanea Anticipata e perché i CAF non la conoscono: Pensionamento con un anticipo di 5 o 10 anni, perchè i CAF non lo sanno?

Due tipologie di fondi pensione 

I fondi pensione in vigore attualmente, si classificano in due diverse tipologie: fondi a prestazione definitiva e fondi a  contribuzione definitiva. Analizziamo le differenze e la tipologia esclusa dalla Rendita Integrativa temporanea anticipata che permette il pensionamento anticipato.

Leggi qui le differenze: Fondi pensione: prestazione definitiva e contribuzione definita, le differenze per il pensionamento

Cartelle esattoriale Inps: prescrizione in 5 anni

La cartella esattoriale contenente debiti previdenziali Inps si prescrive in cinque anni, è quanto ha deciso la Corte di Cassazione che ha respinto il ricorso dell’Agenzia delle Entrate con l’ordinanza numero 840/2019. La Corte afferma che il termine di prescrizione delle cartelle esattoriali Inps non è decennale ma bensì è di cinque anni. 


Potrebbe interessarti: Conto corrente, multe salate a Natale: quando scattano e come evitarle

Leggi qui la notizia completa: Cartella esattoriale Inps: prescrizione in 5 anni, la sentenza

Mutui 2020 sempre più convenienti con tassi ai minimi storici

Mutui nel 2020 a tasso fisso con una forte richiesta delle surroghe, in cima alla classifica il Nord per un numero maggiore di mutui erogati. Il fattore temporale più richiesto e concesso è quello dei venti anni. La classifica è stata di recente elaborata dall’osservatorio dei muti di MutuiOnline.it e conferma l’andamento che ha caratterizzato il mercato. Ecco la classifica completa: Mutui 2020 sempre più convenienti: cresce il tasso fisso, ondata di surroghe

Controlli del Fisco sulle note spese gonfiate: ecco cosa si rischia

Il Fisco non si ferma e i controlli continuano a tappeto, è la volta delle note spese “gonfiate”. Il Decreto Fiscale numero 124/2019 ha messo una morsa sulle sanzioni penali nel caso di dichiarazione fraudolenta” dovuta a fatture o altri documenti per operazioni inesistenti. Oltre le fatture sono sotto la lente del Fisco anche i documenti emessi aventi livello probatorio analogo. Leggi la notizia completa qui: Note spese gonfiate, ecco cosa si rischia con i controlli del Fisco

Ridurre i debiti dell’80% con la procedura di saldo e stralcio

È possibile ridurre i debiti accumulati con la procedura sovraindebitamento, detta anche “saldo e stralcio”. Una sentenza del 2018 ha evidenziato i vantaggi di questa procedura per i contribuenti che si trovano in grave difficoltà economica. Ecco come aderire: Ridurre i debiti fino all’80% con la procedura i sovraindebitamento, ecco di cosa si tratta

Regalo di nozze sottoposto al controllo del Fisco

Il viaggio alla scoperta del matrimonio non è mai semplice, è possibile che si complichi già con il regalo di nozze. Il tema è abbastanza complesso, c’è la coppia che preferisce l’uso della lista di nozze, quella che riceve direttamente un bonifico, e infine i fidanzati che alla domanda: Cosa vorreste per regalo? Rispondono, disinvolti: la busta. Ossia, i solidi consegnati a mano durante le ore di festeggiamento del matrimonio. Nulla di strano, anzi una vecchia tradizione, se non fosse che a metter becco nella “busta” c’è anche l’Agenzia delle Entrate: Regalo nozze: quando i soldi superano i 3 mila euro si viene tassati dal Fisco?

Speciale conto corrente

Il nuovo algoritmo sottoposto ai controlli

I conti correnti saranno scandagliati, analizzati, inquisiti dal nuovo algoritmo del Fisco, capace di evidenziare la differenza tra i conti e il reddito dichiarato all’Agenzia delle Entrate. Il grande esordio del nuovo algoritmo del Fisco avverrà il 1° aprile 2020. C’è poco da stare allegri, non si tratta del solito scherzo legato al primo del mese di aprile. Il nuovo sistema realizzato dall’Agenzia delle Entrate scoverà, frugherà ogni centesimo, analizzando i conti correnti, tutto finirà sotto l’occhio inquisitore del Fisco, dalla giacenza medie, bonifici (entrata e uscita) al saldo, senza tralasciare titoli e azioni e così via.

Leggi qui la notizia: Conto corrente: esordirà il nuovo algoritmo del Fisco che analizzerà tutti i soldi

Redditometro e conto corrente

Redditometro e conti correnti, importanti novità dalla Commissione tributaria regionale della Lombardia, che ha chiarito nella sentenza n. 4383/2019, la prova da presentare per superare la contestazione dell’Agenzia delle Entrate basata sul Redditometro. Secondo la Corte la dimostrazione dell’accredito sul conto corrente delle somme derivanti dalla vendita di beni di proprietà che hanno portato ad una diminuzione del saldo finale dello stesso conto corrente, è sufficiente come prova per superare il controllo dell’Amministrazione Finanziaria.

Leggi qui la notizia completa: Redditometro e conti correnti: prova con esibizione del saldo finale, per superare il controllo

Fattura elettronica e ultime novità

La fattura elettronica nel 2020 subirà dei cambiamenti, nello specifico si avrà un’evoluzione del tracciato XML con aggiunta di nuove tipologie di documento; le novità riguardano l’incremento degli codici natura per sconti e maggiorazione con un maggiore dettaglio; prevista anche l’introduzione di nuove tipologie di ritenute.

Leggi qui la notizia: Fattura elettronica 2020: importanti novità sul file Xml e codici N3 e N6