Spese mediche all’estero, detrazione piena in Italia

L’Agenzia delle Entrate ha precisato che le spese mediche sostenuta all’estero possono essere detratte nella dichiarazione dei redditi in Italia.

Inoltre, per lo scomputo fiscale delle spese sanitarie sostenute all’estero si deve tenere conto del costo necessario per la traduzione della documentazione se questa è redatta in lingua straniera. E’ quanto prevede la disciplina della traduzione delle spese mediche sostenute all’estero.

Le spese mediche sostenute all’estero seguono lo stesso iter delle spese mediche sostenute in Italia.

Le e spese sostenute in Italia, per usufruire della detrazione Irpef del 19% dell’importo eccedente la franchigia di 129,11 euro è necessario indicare le spese nella dichiarazione dell’anno in cui sono state sostenute e documentate. Se i documenti originali sono in inglese, francese, tedesco e spagnolo la traduzione potrà essere eseguita dallo stesso contribuente. In tutti gli altri casi sarà necessaria una traduzione giurata.

Viceversa non sono mai detraibili i costi di trasferimento e soggiorno anche se sostenuti dal contribuente per motivi di salute.

Spese sanitarie e pensioni minime

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.