Stangata autunnale di oltre 1800 euro tra settembre e novembre: libri, luce, Tari e riscaldamento

-
22/08/2019

Fine dell’estate e ritorno alla dura realtà: gli italiani dovranno affrontare, come ogni anno, la stangata autunnale.

Stangata autunnale di oltre 1800 euro tra settembre e novembre: libri, luce, Tari e riscaldamento

Come ogni anno per gli italiani il rientro dalle vacanze estive è molto amaro, poichè in autunno si devono fare i conti con una stangata molto pesante. E quest’anno sarà ancora più pesante a causa di un aumento delle tariffe pari all’8,9% (circa 150 euro a famiglia). L’autunno, quindi, come ogni anno, riserva la cosiddetta “stangata autunnale”, costituita dalle spese extra che mettono a dura prova i bilanci familiari.

Stangata autunnale per gli italiani

Appena rientrati dalle ferie, infatti, tra settembre e novembre, gli italiani devono affrontare spese che a volte comprendono anche voci che si devono pagare abitualmene, ma che in concomitanza con le spese straordinarie diventano, a volta insostenibili.

A settembre ci troveremo a dover affrontare le spese del materiale scolastico dei figli che devono rientrare a scuola, a novembre c’è il secondo appuntamento annuale con la Tari,  le prime spese di riscaldamento dell’inverno e le bollette di luce e gas che, anche se si pagano tutto l’anno in questi mesi risultano davvero insostenibili.

Tra settembre e novembre, quindi, le voci di spesa saranno in media le seguenti:

Scuola (libri, dizionari, parte del corredo)   819,85 €

Bollette (acqua, luce, gas, telefonia)   591,24 €


Leggi anche: Bonus ristorazione (Mipaaf) Covid e fondo per la filiera: arriva la proroga al 15/12, ecco le istruzioni con i codici Ateco

Tari (seconda rata)  159,50 €

Riscaldamento (prima rata)   274,60 €

Per un totale di  1845,19 €

Nella difficile situazione economica che sta attraversando il Paese la stangata autunnale è ancora più pesante soprattutto se si deve tener conto della minaccia dell’aumento dell’Iva che si ripercuoterà su tutti i costi.