Stangata in bolletta: previsti nuovi aumenti con il contributo Alitalia

Rincari in bolletta, spunta il contributo Alitalia. Ecco tutte le novità

Con il Decreto Crescita il Governo vuole disporre del tesoretto della Cassa per i servizi energetici e ambientali per salvare l’operosità di Alitalia. Ora il Dl Crescita è all’esame del Parlamento, e nel momento in cui venisse approvato, sarebbe un problema enorme per tutte le famiglie e le imprese italiane. In quanto si ritroverebbero in bolletta una ulteriore voce in più da pagare, incidendo notevolmente sul bilancio familiare e su quello imprenditoriale. L’incremento verrà inserito in bolletta in una voce distinta da quella dei consumi in modo che sia facilmente individuabile.

Queste situazioni si innescano sempre quando la politica si intromette nei meccanismi di mercato, e a pagarne le conseguenze sono sempre gli italiani

Rincari sulla bolletta: Arera dà l’allarme

A dare l’allarme di tutto ciò è stata l’Authority per l’Energia che si è opposta all’approvazione della norma, inviando una segnalazione a Parlamento e governo. L’Arera, ritiene opportuno che la norma prevista nel dl Crescita per la continuità dell’operosità dell’Alitalia «venisse modificata nell’iter di conversione, per assumere il carattere di straordinarietà (una tantum), con riferimento esclusivo all’anno 2019, introducendo un termine di restituzione delle somme disponibili presso i conti della Cassa per i servizi energetici e ambientali (CSEA)».

Inoltre l’Arera, afferma ancora che bisognerebbe “evitare il ricorso a misure che dispongano il trasferimento diretto al Bilancio dello Stato di risorse provenienti dalla tariffa elettrica e gas, al fine di evitare ripercussioni negative su famiglie e imprese”.

Rincari in bolletta: scendono in campo le associazioni di tutela dei consumatori

Anche le associazioni di tutela dei consumatori hanno dato l’allarme e soprattutto il Codacons. Il suo presidente, Carlo Rienzi, ha affermato che l’esecutivo con “gli articoli 37 e 50 del Decreto Crescita, il Governo ha pensato bene di prelevare 650 milioni di euro dalle bollette degli italiani per garantire la continuità industriale di Alitalia, ricorrendo all’apposito fondo che viene finanziato dalle famiglie attraverso le fatture di luce e gas. Tale fondo serve proprio a mitigare le variazioni periodiche delle tariffe energetiche, ed evitare rincari troppo pesanti a danno di utenti e imprese” in più Rienzi aggiunge che: “Ora il Governo, mettendo le mani su tale ‘tesoretto’, priverebbe le famiglie di un paracadute che serve a mitigare gli aumenti delle bollette e, di fatto, darebbe il via a forti rincari delle tariffe luce e gas a tutto danno degli utenti. Non permetteremo che per salvare Alitalia, già costata agli italiani la bellezza di 8,6 miliardi di euro solo negli ultimi dieci anni, Lega e M5S mettano le mani in tasca ai cittadini, e siamo pronti ad avviare una battaglia legale per bloccare tale abnorme misura”.

L’Area rimarca il fatto che tali aumenti possono generare ripercussioni negative sull’intero sistema, innescando aumenti impropri ai prezzi dell’energia per le famiglie e per le imprese, incidendo in modo sfavorevole sul ciclo economico generale.

Risparmiare sulle bollette luce e gas: l’unione fa la forza. Ecco cosa sono i gruppi d’acquisto

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.