Tasse, sempre più dipendenti avranno l’aliquota Irpef effettiva pari a zero, ecco perchè

-
19/01/2020

Vediamo per quali lavoratori dal 2020 in poi, si può parlare di aliquota Irpef effettiva pari a zero.

Tasse, sempre più dipendenti avranno l’aliquota Irpef effettiva pari a zero, ecco perchè

Si tratta di un effetto di potenziare il bonus Renzi a 100 euro di cui ancora nessuno si è reso conto. Le detrazioni sul lavoro dipendente sono state aumentate fino a 1200 euro annue (di riflesso al bonus di 100 euro mensili percepito). L’effetto dell’aumento è che una platea sempre più ampia di lavoratori avrà un’aliquota Irpef effettiva (per effetto del bonus)pari a zero.

Aliquota a zero

Cerciamo di capire. Oggi a non pagare le tasse sono i lavoratori che rientrano nella no tax area, ovvero coloro che hanno un reddito fino a 8145 euro l’anno. Questi lavoratori non pagano l’Irpef e per questo non ottengono neanche alcun beneficio dal bonus Renzi e dall’eventuale riduzione dell’Irpef. I redditi che sono oltre la no tax area, però, sono tenuti a pagare l’Irpef ma coloro che hanno redditi compresi tra gli 8145 e i 26.600 euro annui vedranno azzerato il prelievo fiscale dell’Irpef proprio grazie alle detrazioni apportate dal Bonus Renzi oltre a quelle per il lavoro dipendente e le detrazioni per i familiari a carico. In sostanza, quindi, questi lavoratori non pagheranno l’Irpef.


Leggi anche: Contact center INPS: numero verde dall’Italia e dall’estero

Vediamo quali lavoratori avranno l’aliquota zero.

Per dipendenti soli, senza famiglia e senza familiari a carico, grazie al bonus Renzi e alle detrazioni da lavoro dipendente l’aliquota zero c’è fino a 12500 euro di reddito (stipendio mensile, compresa la tredicesima di 952 euro).

Per dipendenti con il solo coniuge a carico l’aliquota zero si avrà  soltanto fino a redditi annui pari a 15mila (stipendio mensile, compresa la tredicesima di 1154 euro).

Per dipendenti con coniuge a carico e anche un figlio di età inferiore ai 3 anni, l’aliquota zero si avrà fino a redditi annui di 16mila euro (stipendio mensile, compresa la tredicesima di 1233 euro)

Per dipendente con coniuge che non lavora e con 2  figli a carico di età superiore ai 3 anni, l’aliquota zero si avrà fino a 17800 euro (stipendio mensile, compresa la tredicesima di  1375 euro)

Stessa situazione precedente ma con i due figli di età inferiore ai 3 anni, aliquota zero fino a 19200 euro (stipendio mensile, compresa la tredicesima di 1478 euro).

Per ottenere il vantaggio del bonus Renzi in busta paga, quindi, bisogna pagare l’Irpef, in modo tale da azzera l’imposta grazie al bonus in questione.