Testamento olografo, che cos’è e si può consegnare ad un amico?

-
06/09/2018

Testamento olografo, ecco come si fa e a chi si può consegnare

Testamento olografo, che cos’è e si può consegnare ad un amico?

Qual è il modo giusto per conservare un testamento? Come si fa? Servono i testimoni? Tutte domande a cui cerchiamo di dare una risposta.

Capita di voler scrivere il proprio testamento ancor prima di pensare alla morte, ma giusto cosi per mettere le cose in ordine ed essere sicuro che i tuoi beni finiranno nelle mani di chi desideri.

Bisogna sapere che non è un’ottima idea nascondere il testamento dentro casa in posti strani, perché i familiari potrebbero non trovarlo dopo la tua morte.

Non è indicato neanche lasciare il testamento in bella vista, perché magari nel testamento hai espresso la tua volontà di lasciare tutti i tuoi beni ad una sola persona. La notizia potrebbe far arrabbiare chi magari aveva aspettative da parte tua, e in quel momento di pura rabbia, potrebbe strappare il testamento e sarai ‘’costretto’’ a vivere in guerra fino alla morte.

Testamento speciale: ecco cos’è e chi può farlo

Ma lasciare il proprio testamento nelle mani di un amico di fiducia, potrebbe essere una buona idea?

Prima di tutto, devi sapere che puoi tranquillamente scrivere il tuo testamento olografo, senza bisogno di un notaio o avvocato. Sarebbe questo il dettaglio che differenzia il testamento olografo da quello pubblico, puoi scriverlo come vuoi, come se ti mettessi a scrivere una qualsiasi dichiarazione, senza nessun tipo di regola da rispettare.

In genere il testamento olografico dovrebbe iniziare con: ‘’ Io sottoscritto nome e cognome, nel pieno delle mie capacità mentali, stabilisco che, alla mia morte, i miei beni siano divisi nel seguente modo..’’.

Il testamento olografo si potrebbe scrivere senza nessun testimone, in piena segretezza, senza parole vincolanti, in poche parole, lo puoi scriverlo al tuo piacimento.


Leggi anche: Whatsapp dal 2021 smetterà di funzionare su questi cellulari

Testamento olografo, devi comunicare a qualcuno l’esistenza?

Quando si scrive un testamento olografo, non c’è bisogno che si avvisa nessuno della sua esistenza. La persona, o le persone interessate al contenuto del testamento olografo, verranno a sapere della sua esistenza solo dopo la morte del testatore. Senza dubbio si spera che l’atto finisca nelle mani giuste e non di chi potrebbe in qualche modo occultare il testamento lasciato.

Testamento biologico: ecco come scrivere il biotestamento

Dopo che il documento è stato scritto, è sempre meglio avvisare qualcuno di fiducia, o eventualmente lasciare una copia, anche se non è necessario avere due esemplari dell’atto, come dice anche la legge. Quello che conta davvero è solo l’originale, le fotocopie servono solo per stare sicuri che nessuno potrebbe occultare l’originale oppure apportare qualche modifica.

Testamento olografo, tutto quello che devi sapereEcco dove bisogna conservare il testamento olografo

L’atto, chiamato testamento olografo, potrebbe essere benissimo conservato dentro casa, in qualsiasi posto si ritiene in sicurezza, senza il bisogno di consegnarlo da un avvocato o notaio.

La legge non prevede di consegnare il testamento a nessuno ma l’autore del testamento può fare quello che vuole, solo dopo la sua morte, gli eredi verranno a conoscenza dell’esistenza di questo testamento.

Si può lasciare il testamento olografo ad un amico di fiducia?

Anche se la legge non obbliga l’autore, a lasciare copia del testamento oppure comunicare dell’esistenza sua a qualcuno. Senza dubbio, il testamento olografo prende valore solo dopo la morte di chi lo ha scritto. Se nel caso viene data una fotocopia del documento a qualcuno, si può tranquillamente scrivere un altro aggiungendo qualche modifica, oppure modificarlo completamente. In questo caso, l’atto che prende totale valore sarà quest’ultimo. In poche parole si può modificare il testamento in qualsiasi momento, anche poco prima della morte.


Potrebbe interessarti: Canone Rai: come ottenere il rimborso procedura e modulo