TFS dipendenti pubblici, dopo 24 mesi ulteriori 3 mesi

-
20/12/2019

Il trattamento di fine rapporto (TFS) per i dipendenti pubblici, chiamato anche “buonuscita” crea malcontento generale per il fattore temporale.

TFS dipendenti pubblici, dopo 24 mesi ulteriori 3 mesi

Il trattamento di fine rapporto (TFS) per i dipendenti pubblici, chiamato anche “buonuscita” crea malcontento generale per il fattore temporale dalla data di pensionamento a quello di liquidazione effettiva. In alcuni casi con il pensionamento anticipato, per l’erogazione bisogna attendere l’età pensionabile; esaminiamo alcune domande dei nostri lettori. 

TFS dopo 24 mesi bisogna attendere ancora tre mesi

Buongiorno sono il Sig. N. ex appartenente forze di polizia, in pensione dal 1/11/2017 praticamente, dopo che Inps mi ha inviato il prospetto del mio TFS che dovevano erogare con decorrenza 1/11/2019, adesso mi riferiscono che dovrò aspettare ulteriori 3 mesi quindi non sono più 2 anni come mi avevano riferito, ma 2 anni e 3 mesi.

Io non so più a che santo rivolgermi, e se vi e la possibilità di fare qualcosa per avere  il  mio denaro che io ho versato per 42 anni di contributi, e non solo ma  mi viene  tassano , in più devo aspettare 23 mesi, e spero che non aumentino ancora.

Come si fa, a pagare le tasse se i primo evasore è lo stato stesso a non pagare quanto dovuto ai suoi servitori dello Stato!

Spero che voi mi possiate aiutare

Vi ringrazio anticipatamente

Risposta. La normativa sulla liquidazione del Tfs dipendenti pubblici avviene in tempi diversi in base alla motivazione che ha portato alla cessazione dell’attività lavorativa. Per il pensionamento anticipato è prevista la fruizione non prima dei 24 mesi. Inoltre, bisogna aggiungere a questo periodo temporale anche 90 giorni che impiega l’Inps per la gestione della prativa e l’erogazione delle somme dovute.

Il D.l. n. 4/2019 ha previsto l’anticipo del Tfs con un tetto massimo di 45.000 euro, per arginare i tempi lunghi dell’erogazione del trattamento di fine servizio. Purtroppo, qualcosa è andato storto, la misura al momento è in fase di stallo. E’ stato presentato un emendamento per accelerare i tempi, ma ci vorrà ancora tempo affinché la situazione si sblocchi.

Per approfondimenti consigliamo di leggere: Anticipo TFS: si attende il via libera del Consiglio dello Stato, continuano le proteste

TFS con Quota 100: attesa fino a 67 anni

Sareste così gentili di dirmi quando potrò avere il mio il mio TFS?

Ho 63 anni e andrò in pensione con quota 100 dopo 41 anni 10 mesi e 25 giorni per l’esattezza, andrò in pensione il 1 marzo 2020, credo che la scadenza naturale senza la quota 100 sia 1 maggio 2021 con la legge Fornero….. 42 anni e 10 mesi.


Leggi anche: Bonus prima casa under 36: Isee, requisiti, scadenza e agevolazioni fiscali

Leggo che ogni giorno cambia qualcosa, sapreste dirmi circa fra quanti anni potrò avere quello che mi spetta.

Grazie per l’attenzione, attendo eventuale risposta.

ps) dimenticavo lavoro nel pubblico

Risposta. La cosa che non ci si aspetta quando si accede al pensionamento anticipato è lo slittamento della prima rata del TFR o TFS.

La criticità, deriva dall’art. 23 del decreto n. 4/2019.

L’articolo 23 detta: “i  lavoratori (dipendenti delle amministrazioni pubbliche) di cui all’articolo […] nonché’ il personale degli  enti  pubblici  di  ricerca,  cui  è  liquidata  la pensione  quota  100  ai  sensi  dell’articolo  14,   conseguono   il riconoscimento dell’indennità di fine servizio  comunque  denominata al  momento  in  cui  tale  diritto   maturerebbe   a  seguito   del raggiungimento dei requisiti di accesso al sistema pensionistico”.

Quindi, stabilisce che il pagamento della prima rata del TFR o TFS sarà erogata al raggiungimento dell’età pensionabile, che nel 2019 è di 67 anni.

Per approfondimenti consigliamo di leggere: TFR o TFS, tempi più lunghi per chi è andato in pensione con Quota 100