TFS pubblico impiego: quando per cessazione raggiunti limiti di età?

-
18/09/2019

Liquidazione TFS nel pubblico impiego per cessazione attività per raggiunti limiti di età: quanto ci vuole?

TFS pubblico impiego: quando per cessazione raggiunti limiti di età?

L’erogazione del TFS/TFR nel pubblico impiego senza dubbio è una nota dolente per i dimissionari che cessano l’attività lavorativa per qualunque motivo. I tempi di erogazione sono molto lunghi e variano in base alla motivazione che ha portato alla cessazione del rapporto di lavoro. Vediamo il caso della nostra lettrice che ha cessato l’attività lavorativa per raggiunti limiti di età.

TFS: raggiunti limiti di età

Una nostra lettrice ci chiede:

Sono andata in pensione il 5 dicembre 2018 per raggiungimento di età, quando prenderò il tfr  – pubblico impiego-grazie

I tempi di erogazione del TFS per i dipendenti pubblici sono abbastanza lunghi e, come abbiamo accennato sopra, variano in base alla motivazione della cessazione del rapporto di lavoro.

Se il rapporto è cessato per inabilità  o decesso del dipendente i tempi di erogazione sono di 105 (a cui aggiungere 90 giorni che impiega l’INPS per la liquidazione delle somme dovute).

In caso di cessazione dell’attività lavorativa per pensionamento di vecchiaia o per raggiunti limiti di età il TFS non viene erogato prima di 12 mesi (a cui aggiungere 90 giorni che impiega l’INPS per la liquidazione delle somme dovute).


Leggi anche: Casa in donazione, dopo quanti anni si può vendere?

In tutti gli altri casi il TFS non viene erogato prima che siano trascorsi 24 mesi (a cui aggiungere 90 giorni che impiega l’INPS per la liquidazione delle somme dovute).

Nel suo caso, quindi, essendo la cessazione del rapporto di lavoro avvenuta per raggiunti limiti di età l’erogazione dovrebbe avvenire non prima di 15 mesi, considerando anche i tempi tecnici dell’INPS. Questo significa che non riceverà notizie del suo TFS prima di marzo 2020. Trascorsa tale data se non le saranno erogate le somme dovute potrà richiedere il diritto alla corresponsione degli interessi su tali somme per i mesi eccedenti i 15.