TFS settore pubblico dopo quanto tempo spetta?

-
16/03/2019

Quanto tempo bisogna attendere nel pubblico impiego prima di vedersi liquidare il proprio TFS? Vediamo cosa dice la normativa in proposito.

TFS settore pubblico dopo quanto tempo spetta?

Una nota dolente nel pubblico impiego sono i lunghissimi tempi di attesa per l’erogazione del TFS dopo il pensionamento. Dopo le dimissioni volontarie per il pensionamento, infatti, si può arrivare ad attendere anche 27 mesi prima di ricevere il primo pagamento del trattamento di fine servizio e molto spesso i dipendenti, ormai in pensione, ci scrivono per chiederci quando avranno quanto gli spetta.

Liquidazione TFS pubblico impiego

Un nostro lettore ci chiede: “Sono un dipendente pubblico andato in pensione il 1 luglio 2018 con 42 anni e 10 mesi. Quando avrò diritto al TFS?”.

Il pagamento, per non essere soggetto all’imposizione di interessi deve avvenire:

  • entro 105 giorni in caso di cessazione dal servizio per inabilità o per decesso (termine breve);
  • non prima di 12 mesi per cessazioni del rapporto di lavoro avvenute per raggiungimento dei limiti di età o di servizio (ad esempio, al termine del contratto a tempo determinato); 
  • non prima di 24 mesi dalla cessazione per tutti gli altri casi (dimissioni volontarie con o senza diritto a pensione, licenziamento, destituzione dall’impiego ecc.).

A questi tempi vanno aggiunti i 3 mesi che l’INPS si prende per mandare in pagamento le somme dovute. In caso di pensionamento, quindi, si può arrivare anche a 27 mesi senza poter chiedere i legittimi interessi sulle somme spettanti.


Leggi anche: Pensioni, con i fondi integrativi fino a 10 anni di anticipo: ma il sistema fatica a decollare

A tal proposito leggi anche: Liquidazione TFS pubblico impiego tempi di attesa e in quante rate