Truffa Postepay bloccata che svuota il credito: fate molta attenzione

-
11/04/2020

La truffa della PostePay bloccata: attenzione a dove inserite le vostre credenziali online.

Truffa Postepay bloccata che svuota il credito: fate molta attenzione

E’ in atto una nuova truffa per svuotare le PostePay degli ignari cittadini. Il metodo è sempre lo stesso: con metodi fraudolenti si cercano di carpire i dati sensibili per accedere alla prepagata (numero, scadenza e CVV) per svuotare la PostePay dal suo contenuto in denaro.

Truffa PostePay

Questa volta la truffa parte da un sms che arriva indistintamente a possessori di PostePay e non . L’sms ricevuto anche da un componente della nostra redazione recita testualmente: “Gentile Cliente, la sua Carta PostePay è stata bloccata. Siete pregati di accedere al…” e segue link che ovviamente, non è di PosteItaliane anche se aprendolo appare una schermata in tutto e per tutto simile a quella della Poste. 

Nella schermata che si apre con grafica molto simile a quella di Poste Italiane (ma potete rendervi conto che è una truffa dalla url che è molto strano e non riconducibile a poste italiane) vengono chieste le proprie credenziali di accesso (Username e password). Nello screenshot che segue potete vedere sia la schermata che la url.

Screenshot_20200410_171554_com.android.chrome 

In ogni caso non inserite le vostre credenziali poichè in questo modo verrebbero fornite ai truffatori e, anzi, è bene segnalare subito la cosa alla Polizia Postale.

Ottenuti i quali potranno accedere alla PostePay e appropiarsi dei vostri soldi.

Si tratta di Phishing ma anche di pharming, la truffa che spinge i malcapitati, per la correttezza con cui si avvicina al sito orginale, a compilare il form online.


Leggi anche: Pensioni e legge di bilancio 2021, riparte l’indennizzo ai commercianti

Quando ricevete, quindi, un sms  o una mail da Poste Italia assicuratevi in primis che il link cui vi rimanda inizia con www.PosteItaliane e non con bil.ly/33c…

E’ bene sottolineare che per qualsiasi problema, in ogni caso, Poste Italiane non invia mail e sms di questo tipo: non serve loro di conoscere i vostri dati per risolvere un problema e non è autorizzata a richiedere i vostri dati personali da inserire su Internet.

Ricordate sempre che ogni mail ricevuta che ha come mittente Poste Italiane e un link in cui vi si invita a inserire le vostre credenziali o i vostri dati personali è una truffa.

Leggi anche: Truffa telefonica sulla bolletta della luce: ecco come fanno