Truffa via email sulle cartelle esattoriali, l’Agenzia delle entrate avvisa i contribuenti

-
02/11/2019

L’Agenzia delle Entrate Riscossione segnala nuovi tentativi di truffa via email sulle cartelle esattoriali da pagare. Cestinate immediatamente.

Truffa via email sulle cartelle esattoriali, l’Agenzia delle entrate avvisa i contribuenti

L’Agenzia delle Entrate Riscossione segnala nuovi tentativi di truffa via email che, dietro la comunicazione dell’arrivo di una “raccomandata digitale” da parte del nostro Ente. Invita a non cliccare sul link, è una truffa per rubare i vostri dati personali e le credenziali della vostra banca. Cestinate immediatamente la mail.  Ecco il comunicato pubblicato sul portale dell’Agenzia delle Entrate riscossione che avvisa tutti i contribuenti.

Truffa via email il comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate Riscossione

Agenzia Riscossione, attenzione alle email truffa con avviso di “Raccomandata Digitale” 

Agenzia delle entrate-Riscossione segnala che sono in corso tentativi di truffa via email che, dietro la comunicazione dell’arrivo di una “raccomandata digitale”, invitano a cliccare su un link per accedere al documento o a inserire dei codici. Si tratta di un tentativo di phishing finalizzato al furto di dati personali e delle credenziali bancarie.

Le email truffa che stanno circolando in questi giorni hanno come oggetto “Agenzia delle entrate-Riscossione” e sono relative a presunti documenti esattoriali, di cui è indicato un falso numero di riferimento, da visionare o estrarre collegandosi al link “ACCEDI DOCUMENTO”. Cliccando sul link compare anche il logo istituzionale di Agenzia delle entrate-Riscossione cosa che rende più credibile la truffa.


Leggi anche: Pagamento Imu, calcolo, scadenza e saldo 2020: chi potrà beneficiare della cancellazione per Covid-19

Agenzia delle entrate-Riscossione è completamente estranea all’invio di tali comunicazioni e raccomanda di non cliccare sui collegamenti presenti e, soprattutto, di non fornire i propri documenti e dati personali nella pagina web indicata nella email, eliminandola in via definitiva dalla propria casella di posta elettronica.

Roma, 25 ottobre 2019
Relazioni con i Media
@AE_Riscossione