Usare il reddito di cittadinanza per pagare la rottamazione cartelle, è possibile?

-
28/11/2019

È possibile pagare la rata della rottamazione cartelle esattoriali con il reddito di cittadinanza? Esaminiamo i vari aspetti.

Usare il reddito di cittadinanza per pagare la rottamazione cartelle, è possibile?

Tra le tante domande che ci pervengono un lettore ci chiede: Buongiorno, io sono un percettore del reddito di cittadinanza e ho aderito al saldo e stralcio. Volevo sapere posso pagare la prima rata in scadenza il 02/12/2019 con la carta del reddito di cittadinanza o la posta può rifiutarsi di accettare questa modalità di pagamento? Grazie mille in anticipo

Reddito di cittadinanza per sanare i debiti?

Il reddito di cittadinanza è una misura creata per aiutare le famiglie in difficoltà economiche, con l’obiettivo di  favorire il reinserimento dei membri nel mondo del lavoro e l’inclusione sociale, creando nuovi posti di lavoro. Nella nostra guida abbiamo chiarito tutti gli aspetti di questa misura: Reddito di Cittadinanza: tutto quello che c’è da sapere

In riferimento alla possibilità di pagare con il reddito di cittadinanza la rottamazione cartelle esattoriali, a mio avviso non è possibile usare questo beneficio per pagare i debiti contratti con il fisco (multe, tasse non pagate, ecc).

Gli unici pagamenti ammessi sono l’affitto di casa e la rata del mutuo. La normativa precisa che è possibile pagare l’affitto della casa dove abita il nucleo familiare con il reddito di cittadinanza e specifica le modalità di pagamento per non commettere errori. 

Per approfondimenti consigliamo di leggere: Reddito di cittadinanza: si può pagare l’affitto ma bisogna fare attenzione

È possibile utilizzare il benefico anche per pagare le bollette della luce, gas e acqua; escluse le bollette telefoniche. Abbiamo chiarito il perchè sono escluse in quest’articolo: Reddito di cittadinanza: la bolletta del telefono o internet non è inclusa, facciamo chiarezza