Visite Fiscali 2019: novità orari e regole per dipendenti privati e pubblici

Visite fiscali, con la riforma Madia nuove regole per gli orari delle fasce di reperibilità per i dipendenti pubblici. Ecco le novità

Le regole delle Visite Fiscali 2019, sono state modificate dalla Riforma Madia, la quale ha apportato delle modifiche la riguardo delle visite fiscali per il pubblico impiego, lasciando invariato l’orario della mattina me ha unificato sotto l’Inps il controllo di entrambi i settori: quello pubblico e quello privato.

Nell’art. 18 della riforma Madia sono contenute le nuove regole sulle visite mediche di controllo per il settore pubblico che modificano ed integrano il Testo Unico del Pubblico Impiego.

Facciamo una panoramica su tutte le novità introdotte sul piano delle visite fiscali.

Visite fiscali 2019 INPS

Il polo unico Inps per le visite fiscali è attivo dal 2017, per questo le competenze relative alle visite mediche di controllo, sono passate di competenza dalle ASL all’INPS adattando il sistema pubblico a quello privato.

Restano uguali le fasce orarie di reperibilità per i dipendenti pubblici; anche se c’è una possibilità per il futuro che potrebbero essere uguagliate a quelle dei dipendenti privati.

Visite fiscali: fasce di reperibilità

Quando un lavoratore si assenta dal lavoro per causa di malattia, questi sono soggetti a controlli da parte del medico dell’Inps. Questi controlli, sono essenziali per controllare il reale stato di malattia del lavoratore e quindi di far rispettare le regole sulla malattia del lavoratore.

Visite fiscali: orari di reperibilità per dipendenti privati

Le fasce orarie di orarie di reperibilità previste per i lavoratori del settore privato vanno:

mattina: dalle ore 10.00 alle ore 12.00;

pomeriggio: dalle ore 17.00 alle ore 19.00.

I lavoratori hanno l’obbligo di trovarsi presso l’indirizzo di domicilio indicato in precedenza sul certificato medico di malattia in queste determinate fasce orarie non incorrere in provvedimenti a causa della loro assenza.

Visite fiscali: orari di reperibilità per dipendenti pubblici

Le visite fiscali per i dipendenti pubblici ora è a carica dell’Inps e non più dell’Asl come in passato. Le nuove regole consistono che le visite fiscali potranno essere svolte sistematicamente e anche in modo ripetitivo;  nel corso della stessa malattia o della stessa giornata e anche in prossimità di giorni festivi o di riposo settimanale. Le fasce di reperibilità per i lavoratori del settore pubblico sono:

mattina: dalle 9.00 alle 13.00;

pomeriggio: dalle 15.00 alle 18.00.

Nella normativa sono previste alcune circostanze che danno la possibilità al lavoratore di essere esonerato dall’obbligo della reperibilità. (Circolare INPS numero 95 del 7 giugno 2016).

Visita fiscale: in caso di assenza

Nel caso in cui il lavoratore fosse assente durante le fasce di reperibilità al controllo della visita fiscale Inps, presso l’indirizzo indicato nel certificato medico, saranno previste delle sanzioni,  pari al:

  • 100% dell’importo dell’indennità di malattia percepibile per i primi 10 giorni di malattia in caso della 1^ assenza;
  • 50% del restante periodo per la 2^ assenza;
  • 100% dell’intera indennità per la 3^ visita.

Visita fiscale: giustificazione per l’assenza

Se alla visita del medico dell’Inps durante l’orario di reperibilità il lavoratore è assente, e non si tratta di una patologia per cui si è esonerato dall’obbligo di reperibilità, il lavoratore ha In caso di assenza alla vista giorni di tempo per presentare una lettera di giustificazioni per evitare le esazioni.

Le assenze sono giustificabili, sia per i lavoratori dipendenti pubblici che privati per le seguenti circostanze:

  • causa di forza maggiore;
  • situazioni che hanno reso necessaria l’immediata presenza del lavoratore altrove;
  • visite, prestazioni e accertamenti specialistici contemporanei alla visita fiscale.

Questi sono i casi in cui il dipendente può allontanarsi dall’indirizzo indicato nel certificato medico, durante le fasce di reperibilità, e giustificarle con una appropriata documentazione.

Visita fiscale: assenza del dipendente pubblico

Nel caso sia il dipendente pubblico a dover assentarsi durante le fasce di reperibilità, egli deve preventivamente avvisare la pubblica amministrazione presso cui lavora, che dovrà a sua volta comunicare all’Inps.

Tale comunicazione dovrà avvenire tramite:

  • via email a medicolegale.nomesede@inps.it;
  • via fax indicato dalla struttura territoriale di riferimento;
  • tramite Contact center INPS.

Visite fiscali: guida INPS su orari e regole

L’Inps con il Messaggio n. 1399 ha rilasciato un utile vademecum alla visita fiscale. Alleghiamo di seguito il testo del messaggio INPS per una completa lettura del documento di prassi.

Messaggio_INPS_numero_1399_del_29-03-2018

Visita fiscale: il polo unico visite fiscali INPS

Ricordiamo l’istituzione del nuovo polo unico delle visite di controllo avrà effetti solo su alcune aree del settore pubblico, come:

  • tutte le amministrazioni dello Stato;
  • i dipendenti del settore pubblico non soggetti al regime previsto dal D.Lgs. n. 165/2001;
  • i dipendenti delle Autorità indipendenti, comprese la CONSOB e la Banca d’Italia, nonché il personale delle Università non statali legalmente riconosciute.

Sono invece esclusi:

  • i dipendenti degli Organi costituzionali, degli enti pubblici economici, degli enti morali, delle aziende speciali;
  • la Provincia autonoma di Trento e i relativi altri enti ad ordinamento provinciale.

Visite fiscali: Riforma Madia

Alleghiamo il testo della norma contenuta nella Riforma Madia sulle Visite Fiscali 2019 per i Dipendenti Pubblici.

art-18-riforma-madia

Visita fiscale INPS: il dipendente può rifiutare l’esito? Ecco tutte le novità

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.