Agevolazioni auto: rottamazione e stop all’eco tassa, le novità

Agevolazioni auto e nuove proposte di modifiche nel Dl rilancio, non solo con la rottamazione ma proposto anche lo stop dell’eco tassa, ecco le ultime novità. 

Tante novità sulle agevolazioni auto che vedono la proposta di una rottamazione e lo stop dell’eco tassa per il 2020. Le proposte di modifiche al decreto rilancio sono motivo di contrasto, sicuramente in giornata arriveranno indicazioni importanti sulla possibile approvazione da parte della commissione di Bilancio alla Camera. Intanto, sfogliando tutte le proposte emerge per il settore auto un ventaglio di proposte. Le più significative riguardano la rottamazione estesa a tutti i modelli: da benzina a diesel euro 6; fino allo stop per il 2020 del “malus” l’imposta che pagano i veicoli più inquinanti. Sulle possibili agevolazioni auto non mancano le divergenze tra maggioranza e opposizione. 

Agevolazioni auto: sospensione dell’eco tassa

Sospendere fino al 31 dicembre 2020 il pagamento dell’eco tassa, che pagano i veicoli più inquinanti. La richiesta arriva da diversi emendamenti: Movimento 5 Stelle; Lega; Italia Viva; Forza Italia; Noi con l’Italia. Attualmente l’eco tassa è calcolata in base all’emissione di CO2 e ha un valore che varia tra 1.100 euro e 2.500 euro.

Rottamazione auto: uno scontro continuo

Tra le agevolazioni auto prende sempre più forma la rottamazione, ma anche qui la scelta non è facile, e le polemiche creano una vera e propria scissione. Il Movimento 5 Stelle ha proposto di rinforzare gli attuali incentivi ampliando la platea dei modelli ammissibili. Anche, se si oppone all’inserimento dell’estensione delle agevolazioni auto per rottamazione ai modelli benzina e diesel, mirate a smaltire i modelli di auto in stock già prodotte e per il coronavirus ferme nei piazzali dei concessionari di auto. Il M5S punta le agevolazioni verso le auto elettriche e ibride. 

In pista entra una nuova rottamazione già in vigore dal 1° luglio 2020 fino ad esaurimento del fondo statale concesso per tale misura. Il contributo statale per l’acquisto di una nuova auto è di 2.000 euro con il raddoppio da parte del concessionario. Rientrano in questa nuova rottamazione anche auto a benzina e diesel, purché Euro 6 a fronte di una auto con oltre dieci anni di età. Si può ottenere il contributo anche senza rottamazione, ma il contributo statale scende a 1.000 euro raddoppiano dal concessionario. Lo stesso emendamento prevede anche sgravi sul passaggio di proprietà. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”