AI Portraits Ars , pronti a diventare un quadro del rinascimento con un’app?

Al portraits ars è un’applicazione che permette di trasformare delle nostre foto in quadri dal gusto rinascimentale. Ecco qualche curiosità.

Avevamo già eletta l’applicazione di FaceApp come l’applicazione dell’estate, che faceva perdere la testa anche ai vip che come noi, persone comuni, erano molto curiosi di vedersi anziani.
Purtroppo, tutte le cose belle finiscono ed il successo, alcune volte, è istantaneo e davvero molto effimero e in questo ambito rientra FaceApp. Infatti, se tutti erano pazzi di questa applicazione, nel corso di poco tempo, giusto il tempo di una notizia, il suo successo ha iniziato a scendere poiché sono stati lamentati dei problemi relativi alla privacy.

Infatti, i problemi emersi dagli utenti facevano particolarmente riferimento alle modalità di gestione delle immagini raccolte, la qual si è scoperta non essere esattamente in linea con la normativa europea GDPR, dato che i termini di utilizzo dell’app dichiarano che le foto e i dati raccolti potrebbero essere condivisi con società terze. Insomma, scherziamo su come ci immaginiamo da vecchi, ma non è lecito e giusto condividere queste nostre foto personali con sconosciuti.

Comunque, l’amaro in bocca lasciatoci da FaceApp sarà presto dimenticato grazie ad una nuova applicazione, che interesserà sicuramente gli amanti della storia. L’applicazioni di cui vi stiamo parlando è AI Portraits Ars, la quale trasforma le foto degli utenti in un dipinto rinascimentale.

Come saremmo potuti essere in un quadro rinascimentale? Ce lo svela Al Portraits Ars

L’applicazione di AI Portraits Ars è adesso disponibile come piattaforma Web ed è stata realizzata dai ricercatori del MIT-IBM Watson AI Lab.

La sua funzione, davvero originale, è quella di essere in grado di trasformare un qualsiasi selfie in un ritratto artistico.

Per realizzare questi quadri da un nulla, gli sviluppatori dell’applicazione si sono ispirati a grandi artisti che vanno da Rembrandt a Van Gogh.

Come si diventa un quadro del Rinascimento?

Ancora una volta ci si serve dell’Intelligenza Artificiale, la quale si è allenata sulla base di più di quarantacinque mila dipinti ed avrà il non facile lavoro di individuare i tratti più caratteristici del volto dell’utente per poterne plasmare un’immagine che gli sia quanto più simile possibile.

Il dipinto sarà realizzato in risoluzione 4K.

In sostanza avviene questo: alcuni elementi del viso possono indurre l’algoritmo utilizzato da AI Portraits Ars ad usare uno stile artistico anziché un altro, così da enfatizzare e valorizzare i tratti più caratteristici.

Questo significa, ad esempio, mettere in risalto un naso aquilino oppure la fronte.
Per quanto riguarda la privacy, un argomento che interessa non poco, si sa che l’applicazione rispetta la normativa GDPR.

Questo significa che i dati degli utenti non vengono in alcun modo utilizzati o divulgati, e verranno rimossi immediatamente.

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.