Aids, scoperto un nuovo ceppo HIV

Aids, dopo 19 anni è stato scoperto un nuovo ceppo del virus HIV, non desta preoccupazione, solo tre casi.

Aids, dopo 19 anni è stato scoperto un nuovo ceppo del virus HIV, la scoperta è stata fatta da un gruppo di ricerca farmaceutica americana, è stato chiamato HIV-1 gruppo M sottotipo L. Gli attuali trattamenti per L’HIV sono risultati efficaci contro questo ceppo, quello M, appartenenti alla stessa famiglia che hanno provocato la pandemia.

Cerchiamo di capire bene di che cosa stiamo parlando

È molto raro e può essere rilevato dai test attualmente prodotti da Abbott che vengono usati per analizzare il 60% delle riserve mondiali di sangue. Si tratta del primo nuovo ceppo identificato da quando nel 2000 sono state fissate le linee guida per la classificazione dei sottotipi. Al momento sono tre le persone contagiate di questo nuovo ceppo, il decimo scoperto appartenente alla famiglia M.

Dopo 19 anni è stato trovato un nuovo ceppo, un sottotipo dell’HIV, rarissimo, lo hanno definito un ago nel pagliaio. Dall’inizio della pandemia sono state infettate 75 milioni di persone e la metà convivono oggi con il virus. Questa scoperta ci ricorda come per porre fine alla pandemia si debba considerare questo virus in continua trasformazione ed utilizzare le più avanzate tecnologie e risorse per monitorare la sua evoluzione.

Non c’è motivo di creare troppo allarmismi e di generare panico, tre infettati sono un numero irrilevante e i trattamenti correnti sono efficaci contro questo tipo di virus. A fare la scoperta è stato il Global Viral Surveillance Program nato per monitorare i virus dell’HIV e dell’epatite. Quello che adesso è da capire è se il nuovo sottotipo era già circolante o se è frutto di una mutazione o se i test diagnostici attuali sono sufficienti a trovarlo, comunque il suo valore può rivelarsi utile per la ricerca.

Emergenza HIV, vaccino a 900 bimbi con la stessa siringa: tutti ne sono affetti


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube