Al via il bonus per chi investe in pubblicità, scadenza 30 settembre

Al via il bonus pubblicità che permette di ottenere uno sconto del 50% delle spese sostenute nel 2020, allargato lo stanziamento in modo che più aziende potranno beneficiarne, le ultime news.

Per chi investe in pubblicità ha tempo per richiedere il sostanzioso bonus sotto forma di credito di imposta entro il 30 settembre 2020. Bisogna presentare una domanda che consente di ottenere il credito di imposta sulle spese effettuate per la pubblicità nell’anno in corso. 

Bonus pubblicità per le spese sostenute nel 2020 incrementato di tre volte in più

Per aiutare le imprese a crescere il loro fatturato facendosi pubblicità, ha stanziato circa 85 milioni di euro, destinati a finanziare il bonus pubblicità che consiste in un credito di imposta del 50 per cento sulle spese sostenute in pubblicità in TV o giornali.

Questo incentivo non è nuovo, ma esiste già dal 2018 e ogni anno viene stanziato una risorsa per finanziarlo. Ma il Governo nel 2020 è intervenuto più volte per semplificare l’incentivo e renderlo più accessibile aumentando lo stanziamento.

La misura è stata incrementata anche per contrastare il crollo della pubblicità dovuto all’emergenza sanitaria Covid, che con il lockdown ha praticamente fermato l’economia e di conseguenza tutta la pubblicità ad essa legata. 

Nel 2020 possono fare domanda del bonus pubblicità anche coloro che non hanno fatto investimenti pubblicitari nel 2019 e soggetti che hanno iniziato l’attività di impresa o professionale nell’anno in corso. 

Ecco come sono ripartiti i capitali stanziati

Rispetto al 2019 le risorse stanziate per il sostegno alla raccolta pubblicitaria, sono triplicate e anche di più, allargando così la platea dei beneficiari e rendendo l’accesso disponibile a più persone. Sono passate da 27,5 milioni di euro agli attuali 85 milioni di euro. Di questo stanziamento circa 50 milioni di euro è destinato a coloro che effettuano investimenti pubblicitari su giornali e i restanti 35 milioni di euro sono destinati per incentivare spot pubblicitari in radio e televisione. 

Una grossa opportunità di crescita e di lavoro

Il bonus pubblicità ogni anno deve essere confermato per poter fare domanda e stanziata la somma da utilizzare. L’obietto dell’Esecutivo è quello di rendere questa il bonus pubblicità una misura strutturale, senza bisogno di approvazione annualmente.

Una grossa opportunità per le imprese che ogni anno destinano un budget in sponsorizzazioni e pubblicità, una rete che crea lavoro e aumenta i profitti. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”