Alfa Romeo B-Suv avrà una gemella Jeep?

Un’Alfa Romeo B-Suv dovrebbe arricchire nei prossimi anni la gamma della casa automobilistica milanese diventando la nuova entry level del Biscione

Nei prossimi anni Alfa Romeo arricchirà la sua gamma con un Alfa Romeo B-Suv. Si tratterà di un modello ancora più compatto di Tonale che prenderà il posto nella gamma del Biscione di Alfa Romeo MiTo, un modello uscito di produzione nell’estate del 2018. Questo modello, che secondo indiscrezioni si potrebbe chiamare Brennero, potrebbe venire presentato sotto forma di concept car al Salone dell’auto di Ginevra 2021. A quanto pare, il gruppo Fiat Chrysler per risparmiare utilizzerà per questo veicolo la stessa piattaforma che sarà impiegata in futuro anche per un nuovo modello di Jeep. Quest’ultimo dovrebbe venire prodotto sempre in Italia, probabilmente nello stesso stabilimento.

Alfa Romeo B-Suv potrebbe arrivare nel 2022

Ci riferiamo al futuro entry level della gamma della casa automobilistica americana il cui debutto dovrebbe avvenire nel 2022. Alfa Romeo B-Suv sarà un suv compatto di poco più di 4 metri che arriverà sul mercato per fare concorrenza a modelli del calibro di Volkswagen T-Cross, Hyundai Kona e Ford Puma. Sicuramente il veicolo avrà una o più versioni elettrificate. Quanto al luogo di produzione, il modello potrebbe venire prodotto a Cassino al posto di Giulietta che molto probabilmente presto dirà addio. Altri però propendono per Grugliasco o Pomigliano.

Maggiori dettagli su questo futuro modello dello storico marchio milanese saranno svelati molto probabilmente nel corso del prossimo anno. Con Alfa Romeo B-Suv, Tonale e Stelvio dunque il Biscione avrà una gamma di suv molto interessante che dovrebbe garantire al marchio una crescita esponenziale delle vendite in tutti i principali mercati ed in primis in Europa dove ormai i suv di segmento B e C sembrano andare per la maggiore. L’obiettivo del marchio italiano che fa parte del gruppo Fiat Chrysler Automobiles del resto rimane quello di raggiungere a regime le 400 mila immatricolazioni annue.

Ti potrebbe interessare: Alfa Romeo: arriva la notizia che molti temevano


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp