Alfa Romeo: con 3 suv e una berlina le vendite potrebbero triplicare

Con l’arrivo dei due nuovi suv gli esperti prevedono un forte aumento delle vendite di Alfa Romeo

Nelle scorse settimane è stato annunciato il nuovo piano industriale di Alfa Romeo, che per l’ennesima volta è stato modificato rispetto a quanto dichiarato in precedenza. Mike Manley, amministratore delegato di Fiat Chrysler ha confermato una riduzione degli investimenti sulla casa del Biscione che nei prossimi anni avrà una gamma ridotta di sole 4 vetture.

Con l’arrivo dei due nuovi suv gli esperti prevedono un forte aumento delle vendite di Alfa Romeo

Ben presto diranno addio Alfa Romeo Giulietta e 4C. Confermato che non arriveranno più le sportive GTV e 8C e nemmeno il maxi suv si segmento E. Entro la fine del 2022 dunque la gamma del Biscione sarà composta da 3 suv e una berlina. Quest’ultima sarà la versione aggiornata di Giulia che sarà presentata il prossimo anno. I Tre suv saranno Stelvio, Tonale e un B-Suv che forse si chiamerà Brennero. Quando finalmente la gamma dello storico marchio milanese sarà composta da 4 modelli, le vendite di Alfa Romeo dovrebbero aumentare di molto.

L’obiettivo di FCA è triplicare le vendite del Biscione

Questo in quanto i due modelli che verranno inseriti in gamma si collocheranno in segmenti di mercato che attualmente vanno per la maggiore, come appunto il segmento B e C dei suv. Questo specie in Europa dovrebbe provocare un aumento significativo delle vendite del Biscione. Anche le nuove Giulia e Stelvio con l’arrivo delle versioni ibride dovrebbero dare il proprio contributo a questa crescita.

Più di qualcuno pensa quindi che nel 2023, quando finalmente tutte le novità saranno in vendita, Alfa Romeo possa addirittura triplicare le vendite rispetto ai dati attuali. Vedremo se realmente questo obiettivo sarà alla portata dello storico marchio italiano che spera in un rilancio dopo gli ultimi deludenti anni.

Ti potrebbe interessare: Le nuove Alfa Romeo Giulia e Stelvio fanno il loro debutto a sorpresa in Cina


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp