Alfa Romeo dice addio alla Formula 1? La clamorosa voce

Secondo indiscrezioni provenienti dal mondo della Formula 1 Alfa Romeo potrebbe dire addio alla massima competizione automobilistica dopo il 2020

Secondo indiscrezioni provenienti dal mondo della Formula 1, Alfa Romeo potrebbe dire addio alla massima competizione automobilistica dopo il 2020.

Il marchio del Biscione dallo scorso anno sponsorizza la scuderia Sauber che quest’anno è stata ribattezzata Alfa Romeo Racing.  La scuderia che ha come piloti Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi per la verità continua le sue attività in Svizzera e utilizza il motore della Ferrari. Dunque della casa milanese in questa auto a parte il nome non c’è nulla.

La vendita di auto normali con il marchio del Biscione sono in forte calo quest’anno. Questo avrebbe convinto i dirigenti di Fiat Chrysler Automobiles ad evitare si sprecare molto denaro con la Formula 1 per la sponsorizzazione di un team che tra l’altro non sta ottenendo i risultati sperati. Secondo informazioni non ufficiali, la sponsorizzazione costa fino a 35-40 milioni di euro all’anno.

Secondo indiscrezioni Alfa Romeo potrebbe dire addio alla Formula 1

Guardando i risultati deludenti di Alfa Romeo Racing in questa stagione, non sembra che il team riceverà molti soldi a causa dei risultati raggiunti nel 2019. Ciò significherebbe che il nome Sauber potrebbe nuovamente tornare dopo il 2020.

Dal momento che la Formula 1 è ancora un grande punto interrogativo dopo la stagione 2020, quello di Alfa Romeo non è nemmeno l’unico caso di un marchio che potrebbe dire addio alla competizione.

Anche Honda sarebbe in attesa di capire come saranno i nuovi regolamenti della Formula 1 prima di decidere il proprio destino. Vedremo dunque se nei prossimi giorni queste voci attorno al destino del team del Biscione saranno smentite o confermate.

Ti potrebbe interessare: Mick Schumacher guiderà in Alfa Romeo Racing nella stagione 2020?


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp