Alfa Romeo, Fiat e Lancia: ecco le novità per il 2020

Alfa Romeo, Fiat e Lancia: ecco le principali novità che arriveranno nel corso del 2020 per le 3 celebri case automobilistiche di FCA

Il 2020 sarà un anno ricco di novità per Alfa Romeo, Fiat e Lancia. Le tre case automobilistiche italiane che fanno parte del gruppo Fiat Chrysler Automobiles saranno protagoniste di alcuni lanci importanti il prossimo anno. Per quanto riguarda Alfa Romeo, il 2020 sarà l’anno del lancio sul mercato delle nuove versioni di Giulia e Stelvio dopo il restyling di metà carriera.

Arriveranno ad arricchire la gamma delle due auto del Biscione anche le versioni ibride. Infine entro fine anno dovrebbe arrivare sul mercato anche Alfa Romeo Tonale, il crossover di segmento C del Biscione destinato a far crescere a dismisura le immatricolazioni della casa automobilistica milanese. Al Salone dell’auto di Ginevra 2020 molte di queste novitò del Biscione dovrebbero venire mostrate in anteprima.

Alfa Romeo, Fiat e Lancia: ecco le principali novità che arriveranno nel corso del 2020

Per quanto riguarda Fiat invece il 2020 sarà l’anno della Fiat 500 elettrica che sarà prodotta a Mirafiori e verrà presentata ufficialmente il prossimo 4 luglio 2020. Ricordiamo inoltre che sempre nel 2020 dovrebbe arrivare anche la versione ibrida di 500 e Panda. Quasi certo la presentazione del restyling di Fiat Tipo e il debutto della versione di produzione di Fiat Centoventi.

Per quanto riguarda invece Lancia confermato che la gamma sarà composta solo da Ypsilon che però dovrebbe ricevere un aggiornamento importante, l’ultimo della sua carriera. Confermato l’arrivo di una versione mild hybrid. Dunque Alfa Romeo, Fiat e Lancia per effetto di queste novità sono destinate ad essere protagoniste del settore automotive anche nel corso del prossimo anno.

Ti potrebbe interessare: Nuova Alfa Romeo E-Suv: il Biscione allarga la sua gamma?


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp