Alimenti biologici: pro e contro

Gli alimenti biologici sono prodotti in modo naturale e sano, fanno bene a noi e alla terra. Vediamo come riconoscerli e quali sono i loro benefici.

Negli ultimi anni la richiesta di alimenti biologici è notevolmente aumentata. Sempre più persone ci tengono a mangiare alimenti sani e prodotti nel rispetto della nostra terra. Ma se la produzione di alimenti biologici ha una stagionalità, come fanno gli scaffali dei supermercati ad essere sempre pieni di ogni varietà di alimento? cosa mangiamo davvero quando decidiamo di acquistare dei cibi non biologici?

Alimenti biologici, i motivi della scelta

Ecco alcuni motivi per cui una nostra piccola scelta, come scegliere alimenti biologici, può avere un grande impatto sul nostro benessere e su quello del nostro pianeta.

  • Hanno un sapore migliore e sono ricchi di nutrienti perché i terreni dove sono coltivati seguono dei ritmi sostenibili.
  • Gli animali sono allevati in modo sano, all’aperto e non in gabbia, e sono nutriti con mangimi naturali. Non gli sono date elevate dosi di ormoni per accelerare la loro crescita, né di antibiotici che indirettamente assumiamo anche noi.
  • I prodotti biologici sono privi di OGM (organismi geneticamente modificati)
  • Frutta e verdura non sono fatte maturare con il gas, ma seguono il ritmo della natura.
  • L’utilizzo di pesticidi e fertilizzanti è limitato e ciò riduce l’inquinamento.
  • Con l’acquisto di alimenti biologici aiutiamo i piccoli agricoltori che negli ultimi anni sono stati  oppressi dalle grandi produzioni.
  • Mangiare ciò che la natura ci offre, senza esagerare nelle produzioni, ci porta anche a limitare gli sprechi e di conseguenza anche la produzione di rifiuti è nettamente minore.

Come riconoscere allora un alimento biologico?

L’ Unione Europea ha stabilito delle regole per definire quando un prodotto può considerarsi biologico. Solo le aziende che rispettano queste regole possono definirsi biologiche.

I produttori devono riportare la dicitura “da Agricoltura Biologica” seguita dal nome dell’organismo che effettua il controllo con il relativo numero di autorizzazione ministeriale.

Un altro elemento è il logo europeo, una foglia su sfondo verde formata da stelline bianche, che è obbligatorio riportare sulle confezioni di prodotti che abbiano una percentuale di origine biologica di almeno il 95%.

Se questo manca, si tratta di un alimento prodotto fuori dall’Europa o di un prodotto non biologico.

I motivi per scegliere cibo biologico sono molteplici, ma alcuni aspetti rimangono problematici.

Il costo rispetto ai corrispondenti non biologici è elevato e la scelta di prodotti rispetto agli alimenti non biologici è nettamente inferiore.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp