Allarme cozze vive: batterio del colera nelle cozze esportate dall’Italia a Malta

Cozze vive contaminate, scatta l’allarme per rischio contaminazione colera.

Scatta l’allarme per la possibile presenza dei pericolosi batteri del vibrio alginolyticus e vibrio cholerae. Il sistema di allerta europeo rapido per la sicurezza alimentare ha già iniziato tutte le procedure di sicurezza

Cozze vive contaminate

Il batterio vibrio alginolyticus e vibrio cholerae è un batterio molto pericoloso, la sua presenza, è stata identificata nelle cozze vive esportate dall’Italia a Malta.

Le cozze contaminate, a quanto pare sono state già immerse sull’intero mercato nazionale, purtroppo non si conoscono i lotti contaminati. La commercializzazione è stata fatta sia nella Grande distribuzioni, sia in pescherie e nei mercati.

Scatta l’allerta per diversi Paesi appartenenti alla comunità europea, il vibrione del Colera si trova nelle cozze vive esportate dal nostro Paese. L’allarme è stato emanato dal Ministero Della Salute di Malta, che ha informato le autorità europee della contaminazione. Dettagli di notifica 2018.2928 del 17.10.2018.

 cozze vive contaminateIl sistema di allerta europeo rapido per la sicurezza alimentare, insieme con il Ministero della Salute, invita tutti i consumatori di non mangiare assolutamente il prodotto alimentare sopra indicato. La contaminazione con il batterio del vibrio alginolyticus e vibrio cholerae è molto pericoloso per la salute umana. Le cozze vive esportate dal nostro Paese a Malta potrebbero trovarsi ovunque in Italia e si consiglia massima attenzione e soprattutto sottoporre le cozze acquistate al controllo dal Servizio Igiene degli alimenti e nutrizione ella Asl locale.

Le cozze, se provengono da acque poco pulite, potrebbero essere a grande rischio di contaminazioni con virus e batteri nocivi per la salute umana. Proprio per questa ragione il consiglio è quello di evitare la consumazione cruda delle cozze, invece con la cottura, i batteri vengono inibiti e si evitano problemi gastrointestinali. Il batterio vibrio alginolyticus e vibrio cholerae si trasmette attraverso feci, e quando si ingeriscono cibi contaminati.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.