Allarme nelle farmacie in tutta Italia: medicinale scaduto e non solo, controlli a tappeto

Controlli in tutte le Farmacie di Italia da parte dei Carabinieri NAS: Bari, Bologna, Caserta, Catania e Palermo.

Purtroppo non ci sono solo le allerte farmaci ultimamente, ma dobbiamo fare molta attenzione anche quando andiamo in Farmacia e fare attenzione alle scadenze e al pericolo di trovare farmaci non conforme alle norme, molta attenzione ad acquistare farmaci online.

Carabinieri NAS: controlli e sequestri in tutta Italia

Queste difformità sono state trovate dai Carabinieri NAS un pò in tutta Italia e per svariati motivi, citiamo Catania, Palermo, Caserta, Bologna e Bari. Andiamo a vedere nei dettagli:

Il NAS di Catania: qui i controlli sono stati fatti presso una parafarmacia nella provincia arrivando al sequestro perché mancante del farmacista titolare e sprovvista di titoli abitativi, la scoperta si è avuta monitorando delle ricette veterinarie elettroniche che giravano negli allevamenti. Ai controlli si sono scoperti farmaci da provenienza irregolare e pronte ad essere spedite. Sia il titolare che il dipendente sono stati segnalati all’A.G. per esercizio abusivo.

Il NAS di Palermo: qui si è proceduto alla chiusura di un deposito che era adibito all’ingrosso di farmaci. L’attività di questo deposito effettuava la movimentazione dei farmaci sia in uscita che in entrata, in assenza del direttore tecnico che era in ferie, il responsabile è stato segnalato all’autorità giudiziaria.

Il NAS di Caserta: in una parafarmacia della provincia, sono stati sequestrati 617 scatole di farmaci scaduti, il titolare è stato segnalato e deferito all’A.G., peraltro il soggetto era già noto alle Forze dell’Ordine, valore dei prodotti sequestrati si aggira intorno ai circa 8 mila euro.

Il NAS di Bologna: in provincia di Ravenna sono stati contestati al responsabile dell’attività, di non aver redatto i fogli di lavorazione per preparare un medicinale galenico, contestandogli una violazione di 3mila euro.

Il NAS di Bari: è stato scoperto che un farmacista vendeva farmaci su piattaforme web tipo “youtube” e sui social “Facebook” senza le autorizzazioni da parte del Ministero della Salute. Sono state effettuate delle sanzioni per un importo complessivo di circa 400,00 euro.

Farmaco anti-diabete: arriva in Italia, è di ultima generazione


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube