Allarme olive farcite, richiamate dai supermercati Coop

C’è un’allerta olive farcite in olio di girasole, il motivo è per presenza di solfiti non dichiarati in etichetta, problemi gravi per la salute.

C’è un’allerta olive farcite in olio di girasole, il motivo è per presenza di solfiti non dichiarati in etichetta, ci possono essere gravi ripercussioni per la salute dei consumatori, richiamate dai supermercati Coop. Il richiamo interessa vari punti vendita in Italia, tranne Liguria, Piemonte e Lombardia. I solfiti sono additivi che posseggono una duplice funzione; sono in primis conservanti perché possano rallentare la moltiplicazione di talune specie di microrganismi, e sono anche antiossidanti; la normativa vigente ne ammette l’utilizzo solo in determinati alimenti e a determinate dosi massime. Nelle olive farcite, i solfiti vengono aggiunti anche per un altro motivo, rallentano il processo di annerimento che ne abbassa il valore commerciale.

Vediamo esattamente caratteristiche e lotto del prodotto interessato

Le olive interessate sono vendute in vasetti da 280 grammi con il numero di lotto LJ 197, con scadenza luglio 2021. Si consiglia ai signori consumatori, di controllare se per caso fossero in possesso del prodotto in esame, nel caso ne fossero in possesso di riportarlo indietro dove è stato acquistato, si provvederà al cambio del prodotto o al rimborso dell’importo pagato.

Si raccomanda ai signori consumatori di fare molta attenzione a non usare il prodotto in oggetto, l’eventuale ingerimento può comportare per alcuni soggetti a difficoltà respiratorie, fiato corto, asma, tosse, orticaria, nausea, dolore al petto, rossore al volto.

Farmaci contenenti una sostanza cancerogena, elenco completo marca e lotti con il divieto di vendita in Italia


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp