Allarme Polmonite: 148 casi di ricovero, ecco cosa sta succedendo in Italia

Allarme polmonite, il numero di casi in continuo aumento, cosa succede?

Sono stati registrati 148 casi di polmonite a Montichiari, Manerbio, Desenzano di Garda, Gavardo, Asola e Mantova. Il numero è impressionante e tra questi 148 casi identificati, sono stati ben 124 ricoveri.

I medici hanno diagnosticato 2 persone che sono state trovati positivi per legionella. Inoltre, sono stati disposti ulteriori accertamenti sulle morti di un signore anziano di 85 anni di Carpendolo e di una donna di 69 anni di Mezzane di Calvisano. Gli esperti stanno cercando di valutare se la causa fosse legata, in qualche modo all’epidemia, ma le autopsie hanno dato esito negativo quindi nessun riscontro di contagio da legionella.

Epidemia di polmonite a Brescia, più di 150 casi, pericolo in tutta Italia, ecco i sintomi

Scatta l’allarme per il numero in continua crescita, praticamente tutta l’Italia si trova a rischio di combattere contro questa brutta epidemia

Allarme polmoniteGiulio Gallera, l’assessore regionale al Welfare ha dichiarato che le autorità competenti stanno dando il meglio per riuscire a far fronte ai numerosi casi accettati a pronto soccorso. La provincia più colpita è Brescia, la situazione viene monitorata costantemente, ma il numero di casi è in continuo aumento.

Giulio Gallera ha dichiarato che sono in corso indagini per capire ed identificare eventuali luoghi che mettono a rischio la popolazione. Sono state verificati anche i gestori degli acquedotti. In seguito alle verifiche, l’acqua del rubinetto è stata dichiarata dall’autorità sanitaria perfettamente potabile e sicura. Quindi non bisogna preoccuparsi per quanto riguarda questo aspetto.

Brescia: paura legionella

Sembra essersi diffusa una vera e propria psicosi, c’è davvero il rischio di un contagio per colpa di un batterio? I tecnici delle Ats hanno effettuato 52 campionamenti sia sulla rete idrica che nelle case di 28 malati finiti in ospedale. Ancora non si riesce a capire il motivo di questo contagio di polmonite, intanto la paura cresce sempre di più.

Si informa la popolazione che non  esiste alcun tipo di rischio per l’utilizzo dell’acqua alimentare e non sussiste alcuna restrizione al normale svolgimento dell’attività nelle varie comunità.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.