Allarme Tetano: la malattia torna a colpire

Tetano: ritorna a mettere paura una delle più pericolose malattie. Nel nostro Paese cresce il numero di decessi, ecco tutti i sintomi e come si manifesta la patologia

La grave malattia infettiva procurata dal batterio Clostridium tetani, meglio nominata Tetano, ha la potenzialità di attaccare il sistema nervoso, attraverso il batterio che produce una tossina i cui sintomi sono terribili e in alcuni casi, hanno causato la morte. Come sintomi principali ci sono: Crampi alla mascella, impossibilità di aprire la bocca, spasmi muscolari che arrivano improvvisamente con forti dolori, impossibilità a deglutire, febbre molto alta, emicrania, sudorazione eccessiva, tachicardia, pressione sanguigna in aumento e blocco respiratorio.

Come si può contrarre il Tetano?

Da precisare che il tetano non è contagioso, perciò non viene trasmessa da una persona ad altra. Questo tipo di batterio si trova diffuso nell’ambiente circonstante a noi, quindi lo si può contrarre attraverso una ferita aperta oppure attraverso il cordone ombelicale nel neonato. Una volta entrato nel nostro organismo, questa tossina attaccherà il nostro sistema nervoso. Il periodo di incubazione si aggira tra i 3 e i 21 giorni. Molte delle nostre ferite, prodotte da spine, ferite contaminate dal suolo o addirittura rifiuti di animali, possono essere a rischio. Nel nostro Paese si contano circa 20 vittime all’anno, i casi più spesso riscontrati sono persone anziane che non hanno più la protezione del vaccino. Da parte dello ‘’Sportello dei Diritti’’, come mette in evidenza Giovanni d’Agata, questo tipo di patologia, può essere gravissima e portare anche al decesso.

Leggi anche: Il Vaiolo ritorna, il primo contagio in Europa, massima urgenza

Come poter prevenire il tetano?

Per fortuna, il Tetano è una malattia che può essere facilmente prevenuta attraverso la vaccinazione e la pulizia e la disinfezione delle ferite. È molto essenziale prestare una accurata attenzione alle ferite e assicurarsi di essere coperti dal vaccino.

Leggi anche: Ebola: ritorna la peggio malattia, ecco dove

Per quanto riguarda il vaccino contro il Tetano, il richiamo della vaccinazione di base è di ogni 10 anni.

Il rischio di contrarre questo tipo di malattia se fatta una giusta e accurata prevenzione sarà remoto.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.