Allarme virus dengue, si può trasmettere anche con i rapporti intimi

Allerta virus dengue, si può trasmettere anche attraverso i rapporti sessuali

Si continua ancora a parlare del virus dengue, l’allerta è massima considerando che questa malattia infettiva sta facendo sempre più vittime.

Si parlava di questo visus che produce inizialmente febbre alta era dovuto ad una banale puntura delle zanzare, ma esce fuori che il virus si può trasmettere anche con i rapporti sessuali.

I ricercatori dell’Istituto nazionale per le malattie infettive Spallanzani di Roma, mettono in guardia e si consiglia di fare massima attenzione, perché il virus assassino può essere nascosto anche nel liquido seminale. Di recente un paziente che ha appena appena concluso un viaggio in Thailandia era guarito dal virus, ma la shoccante scoperta lascia tutti a bocca aperta. Al paziente è stato trovato il virus nelle tracce del liquido seminale.

Nuove scoperte sul virus Dengue

Nuove scoperte agghiacciante di recente, sono riuscite ad individuare che questo brutto virus, si trova soprattutto nel liquido seminale . La scoperta è stata ufficialmente pubblicata sulla rivista Eurosurveillance. I ricercatori, affermano che il virus Dengue persiste all’interno del liquido seminale dell’uomo, fino a circa 37 giorni, appena si avvistano i primi sintomi. Il caso del paziente 50 enne , appena tornata da un viaggio in Thailandia, inizialmente aveva i sintomi dopo poco da lsuo ritorno in Italia. Forte febbre, associata ad altralgia ed astenia. Intanto i studi continua, per poter definire per bene questa incredibile scoperta, ma una cosa è ben chiara. Il virus Dengue, si trasmette anche con i rapporti sessuali, non solo da una banale puntura delle zanzare.

Ma quali sono i reali sintomi di questo brutto virus chiamato Dengue?

Prima di tutto i primi sintomi si presentano con febbre alta, cefalea muscolare e articolare, più o meno ha le stesse caratteristiche del morbillo. Bisogna comunque consultare un medico, non appena si scontra qualche anomalia, e non bisogna di sicuro cercare di individuare la malattia attraverso quello che giro in web. Bisogna sapere che il periodo di incubazione del virus può variare da 3 a 14 giorni


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.