Allerta alimentare: residui chimici su cibi importati, ecco quali

Il Ministero della Salute non ha dubbi, dopo le analisi condotte, c’è preoccupazione per i cibi importati, in particolare frutta e verdura.

Il Ministero della Salute non ha dubbi, dopo le analisi condotte, c’è preoccupazione per i cibi importati, quelli che destano molta preoccupazione sono frutta e verdura. C’è la comunicazione che sugli alimenti importati è stata riscontrata una presenza irregolare di residui chimici più che doppia rispetto a quelli made in Italy con i pericoli che si moltiplicano per gli ortaggi che provengono dall’estero, ben 5 volte più pericolosi dei nostri nazionali.

Gli alimenti pericolosi in oggetto sono:

Sono stati effettuati controlli su circa 11.500 prodotti come ortofrutta, cereali, olio, vino, baby food, il risultato ha evidenziato  la presenza di residui di prodotti fitosanitari, quindi irregolari,  dello 0,9% dei campioni di origine nazionale, la percentuale sale al 2% se si considerano solo gli alimenti di importazione, tra questi il record negativo lo fanno segnare gli ortaggi provenienti dall’estero, 5,9%.

Se si considera che la media internazionale europea è del 2,5%, dobbiamo dire che a livello nazionale, non siamo messi proprio male a livello di irregolarità, quello che purtroppo ci fa preoccupare è la presenza sul nostro territorio di prodotti importati con tante irregolarità. In particolare i casi più gravi sono nell’ortofrutta, più di un ortaggio su venti venduti in Italia è fuorilegge per il forte contenuto di residui chimici.

Tra gli alimenti importati dall’estero che sono maggiormente risultati irregolari abbiamo, le fragole, le arance, i melograni, i pomodori, i peperoni, i carciofi, il riso bianco, lenticchia e fagioli secchi. Purtroppo, ogni giorno che andiamo a fare la spesa, possiamo correre questi rischi, ma come facciamo a capire se quello che stiamo comprando è nostro o è un prodotto importato? Il venditore dovrebbe avvisarci, ma non penso che tutti lo farebbero, anche perché probabilmente acquistare da altri paesi invece che dall’Italia, può essere anche conveniente economicamente. Comunque, fate attenzione, se avete la percezione o per qualche motivo capite che il prodotto è importato, pensateci due volte prima di acquistarlo.

Prodotti alimentari ritirati perchè pericolosi: carne, farina di farro, conserve, salame, elenco completo

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: FacebookTwitterGnewsInstragram e WhatsApp al numero +39 3515397062


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp