Allerta formaggio a latte crudo: possibile presenza Escherichia Coli STEC

Allerta taleggio a latte crudo, possibile presenza di Escherichia Coli.

Adesso più che mai bisogna fare attenzione quando si va a fare la spesa nei supermercati. A seguito del decreto emanato dal Governo a causa del Coronavirus, nei vari supermercati, che sono stati presi d’assalto, si sono formati del sovraffollamenti. Ciò significa che potrebbe capitare, nella fretta o per errore, di mettere prodotti negli scaffali non regolari sia per la scadenza che per altri motivi.

Attenzione al formaggio richiamato, possibile presenza Escherichia Coli

Il Ministero della Salute ha diffuso sul proprio sito il richiamo di un lotto di formaggio, più precisamente il taleggio dop a latte crudo incarto verde della Società Luigi Guffanti 1876: il motivo del richiamo è la possibile presenza di Esterichia Coli Stec.

Le forme interessate sono quelle di due chili, il lotto di produzione è il numero 134/20, prodotto dalla Società Casarrigoni di Bergamo, il marchio di identificazione è IT 03278 CE, le scadenze sono:

  • 21 febbraio 2020
  • 14 marzo 2020
  • 21 marzo 2020
  • 22 marzo 2020
  • 29 marzo 2020
  • 3 aprile 2020
  • 4 aprile 2020
  • 5 aprile 2020
  • 6 aprile 2020
  • 7 aprile 2020
  • 10 aprile 2020
  • 12 aprile 2020
  • 13 aprile 2020
  • 15 aprile 2020
  • 18 aprile 2020

Si consiglia ai consumatori di fare tutte le dovute verifiche e controlare se sono in possesso di questo prodotto in allerta. Nel caso in cui ne siate in possesso la raccomandazione è quella di non consumarlo.  E’ possibile riportarlo nel punto vendita in cui lo avete acquistato e farlo sostituire con un altro prodotto, oppure chiedere il rimborso dell’intero importo pagato; la sotituzione o scambio, in questo caso, non necessita di scontrino che convalidi l’acquisto.

L’Escherichia Coli può provocare delle infezioni che possono fare insorgere diarrea, che a volte può diventare più o meno grave, e dolore addominale.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp