Allerta tatuaggi: gli aghi provocano allergie, ecco a cosa fare attenzione

Uno studio di ricercatori ha dimostrato che le particelle di metallo degli aghi utilizzati per fare i tatuaggi, rischiano di provocare allergie.

Uno studio di ricercatori ha dimostrato che le particelle di metallo degli aghi utilizzati per fare i tatuaggi, potrebbero migrare nel corpo, e rischiano di provocare allergie, quindi non solo l’inchiostro ci può dare problemi per quanto riguarda le allergie, ora anche gli aghi possono darci gli stessi tipi di problemi.

Lo studio della medicina condanna i tatuaggi

Un nuovo colpo basso da parte della medicina potrebbe arrivare nei confronti dei tatuaggi, gli studi hanno dichiarato che vi è rischio per i tatuati che si sottopongono al relativo trattamento, un team di ricercatori dichiarano che le particelle di nichel e il cromo, dovute all’abrasione degli aghi per tatuaggio migrano verso i linfonodi, e possono causare reazioni di ipersensibilità e possono quindi svolgere un ruolo nelle allergie di chi si è tatuato.

Le reazioni avverse legate a questa modalità, che hanno associato al 18% degli italiani in 18 anni, sono diventati comuni. Se i pigmenti utilizzati vengono regolarmente citati per spiegare le allergie del tatuaggio, questa è la prima volta che viene sollevato il ruolo degli aghi per tatuaggio, attenzione, non ha niente a che vedere con la mancanza di igiene.

È un fenomeno che esiste solo quando l’inchiostro del tatuaggio contiene biossido di titano, cioè quando si usano i colori, non con il colore nero di carbonio. Comunque, bisogna sempre fare una raccomandazione, vedete bene dove fate i vostri tatuaggi, attenetevi ad assicurarvi che siano centri specializzati, più specializzati sono e meno rischi correte.

Tatuaggi fai da te: bruciare la pelle per decorarla è dannoso


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp