Andare in pensione anticipata con 58, 62 e 67 anni di età, tutte le alternative

Andare in pensione anticipata all’età di 58, 62 e 67 anni, le alternative possibile considerando i requisiti richiesti e determinanti. Le risposte ai lettori.

Andare in pensione anticipata non sempre è possibile, con il requisito contributivo richiesto si fa prima con il perfezionamento dell’età anagrafica. Ecco alcuni casi in cui è possibile uscire prima dal lavoro e altri invece, che devono attendere la pensione di vecchiaia a 67 anni che fa parte delle pensioni news del 2020 . Le risposte ai lettori. 

Andare in pensione anticipata a 61 anni

1) Ho 61 anni e 32 di contributi quando posso accedere alla pensione

Lei può accedere alla pensione di vecchiaia a 67 anni di età, la pensione anticipata prevede un requisito contributivo di 42 e 10 mesi per gli uomini. Lei matura i requisiti per la pensione di vecchiaia fra sei anni circa, da considerare anche l’adeguamento all’aspettativa di vita. 

Pensione con invalidità

2) Sono Gennaro ho 58 anni e 25 anni di contributi ho un invalidità 100% volevo sapere se possibile andare in pensione? Grazie

Se è dipendente del settore privato può accedere alla pensione di invalidità con i seguenti requisiti: 

  • un’età anagrafica se uomini di 61 anni, se donne a 56 anni;
  • un requisito contributivo minimo di 20 anni.

Lo stato invalidante deve essere accertato  dagli uffici sanitari Inps con la valutazione di una commissione medico giuridica. Questa misura è soggetta ad una finestra mobile di 12 mesi dal perfezionamento dei requisiti.

Se invece è dipendente pubblico può accedere alla pensione di inabilità lavorativa, anche in questo caso una commissione dovrà valutare il suo stato di invalidità rapportato al lavoro. Per entrambe le misure, trova in quest’articolo tutte le informazioni: Pensione di invalidità: assegno, requisiti e domanda

Lavoro gravoso

3) Ho 62 anni  con 36 di contributi. Faccio il muratore. Quale finestra mi si può aprire. 

Lei può accedere alla pensione di vecchiaia al compimento di 67 anni di età.

Se viene prorogata nel 2021 all’Ape Sociale, può accedere anche a questa misura con 63 anni e 36 anni di contributi, sempre che la sua categoria lavorativa rientri  in una delle 15 categorie dei lavori gravosi. 

Le 15 categorie previste per  distinte come lavori gravosi, sono:

addetti alla concia di pelli e pellicce;
addetti ai servizi di pulizia;
addetti spostamento merci e/o facchini;
conducenti di camion o mezzi pesanti in genere;
conducenti treni e personale viaggiante in genere;
guidatori di gru o macchinari per la perforazione nelle costruzioni;
infermieri o ostetriche che operano su turni;
maestre/i di asilo nido e scuola dell’infanzia;
operai edili o manutentori di edifici;
operatori ecologici e tutti coloro che si occupano di separare o raccogliere rifiuti;
addetti all’assistenza di  persone non autosufficienti;
lavoratori marittimi;
pescatori;
operai agricoli;
operai siderurgici (di seconda fusione).

Oltre, all’Ape sociale esiste anche la quota 41 che prevede la tutela dei lavori gravosi come l’Ape sociale ma richiede requisiti restrittivi. Questa misura prevede l’accesso a coloro che hanno maturato un anno di contributi prima del compimento del 19° anno di età e nel suo caso abbiamo raggiunto un requisito contributivo di 41 anni a prescindere dall’età anagrafica. Trova tutte le informazioni per la quota 41 in quest’articolo: Pensioni: quota 41 oggi, requisiti

Ma quando matura il requisito contributivo per la quota 41 ha maturato l’età per la pensione di vecchiaia (bisogna considerare anche l’adeguamento all’aspettativa di vita), quindi, se non riesce con Ape Sociale, le conviene aspettare la pensione di vecchiaia fra cinque anni. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”