Andare in pensione riempiendo i buchi contributivi: ecco quando è possibile

Non sempre utilizzando la pace contributiva si riesce a raggiungere i requisiti per accedere alla pensione di vecchiaia. Vediamo perchè.

Per chi non riesce a raggiungere i requisiti contributivi necessari all’accesso alla pensione (qualsiasi pensione) è stata messa a disposizione, dal 2019, la pace contributiva con la quale è possibile riscattare un massimo di 5 anni di contributi per periodi non coperti ampliando i periodi che possono essere riscattati normalmente.

Pace contributiva per la pensione

Con la pace contributiva è possibile riscattare i buchi contributivi presenti tra l’anno di prima iscrizione alla gestione previdenziale e l’ultimo contributi. Il riscatto, ovviamente, è a carico del richiedente ma l’onere può essere pagato anche a rate senza l’applicazione di interessi.

I periodi di cui si chiede il riscatto, ovviamente non devono essere già coperti da contribuzione (sia essa obbligatoria o accreditata figurativamente) e non devono essere soggetti ad obbligo contributivo. I contributi riscattabili sono fino ad un massimo di 5 anni, anche non continuativi.

Un nostro lettore ci chiede:

Buongiorno,

ho 71 anni, ho iniziato a lavorare come dipendente nel 1967 e ho terminato nel 1996 con dei vuoti contributivi raggiungendo un totale di 473 settimane.

Come potrei procedere per raggiungere i requisiti richiesti per ottenere la pensione di vecchiaia?

Resto in attesa di riscontro

Distinti saluti

Nel suo caso  gli unici periodi riscattabili sono quelli compresi tra il 1967 ed il 1996 (primo ed ultimo contributo versato). Avendo soltanto 473 settimane di contributi accreditati, però, pur riscattando tutti e 5 gli anni possibili con la pace contributiva non raggiungerebbe lo stesso la possibilità  di accedere alla pensione di vecchiaia con 20 anni di contributi poichè non raggiungerebbe neanche i 15 anni di contributi accreditati.

Nel suo caso, quindi, non vedo possibilità di poter accedere alla pensione di vecchiaia.

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.