Anthony Bourdain, è morto lo chef portava le culture del mondo a tavola

È morto Anthony Bourdain, lo chef che portava la cultura della vita a tavola.

Anthony Bourdain, la sua morte ha lascito tutti gli amici sbalorditi. Una celebrità nel campo della gastronomia, pronto a schierarsi a fianco dei deboli, amico di Barack Obama, compagno di Asia Argento. Morto in Francia presso un albergo di Strasburgo. Dove era intento a realizzare alcuni episodi relativi al programma di Parts Unknow. Attraverso alcune indiscrezioni è trapelato che la morte dello chef sarebbe imputabile al suicidio.

Anthony Bourdain, una vita da chef

Vicino ai sui 62 anni, lì avrebbe compiuti il prossimo 25 giugno, nato a New York nel 1956.
In seguito, all’imminente successo nato dal suo “infuocato” libro Kitchen Confidential, pubblicato nel 2000. Una autobiografia fatta di tre elementi concatenati: sesso, droga e cucina. Amava assaporare il mondo, girando da cultura a cultura portando le sue esperienze di vita “a tavola”.

In tavola la semplicità della vita

Un’evoluzione gastronomica nata attraverso i programmi televisivi, quali: No Reservations e Parts Unknow, dove trapelava il totale cambiamento dell’arte culinaria. Un’abilità che si affaccia al mondo aprendo alla vita con sapori vivi. Ecco perché lo chef, amava attraverso la tavola parlare del cibo nato tra la gente, raccontando con i suoi piatti la quotidianità, vissuta, parlata, ascoltata attraverso la semplicità della tavola.

Anthony Bourdain, lascia Ariane di 11 anni, nata dal matrimonio con l’italiana Ottavia Busia. In seguito al divorzio avvenuto nel 2016 incontrò Asia Argento sul set mentre giravano la puntata di Parts Unknown. La scintilla fu immediata.

Anthony Bourdain, a fianco di Asia Argento

Successivamente, l’attrice segnalò lo stupro che precedentemente aveva subito da Harvey Weinstein.
Bourdain in quell’occasione sostenne la compagna con queste testuali parole:

“Ho alzato la voce per difendere la persona che amo. Quello che ho detto era personale, emotivo. Ho parlato col cuore”.

Secondo quanto si legge dalla “Repubblica”, il corpo dello chef privo di vita è stato ritrovato da un amico, lo chef Eric Ripert.

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein