Anticipo pensione a 59 anni per disoccupato: c’è qualche possibilità?

Quale sostegno economico o previdenziale spetta nel caso di un disoccupato di 59 anni che è in possesso solo di 18 anni di contributi?

Per chi perde il lavoro ad un età non più giovanissima subentra la preoccupazione di trovarsi nella condizione di non essere in possesso dei requisiti per accedere al pensionamento e di non essere più appetibile nel mercato del lavoro. Quali sono le possibilità di garantirsi in qualche modo un reddito in questa difficile condizione?

Anticipo pensione a 59 anni

Un lettore, molto preoccupato, scrive per chiedere:

Buonasera,seguo spesso sul vostro sito,i chiarimenti,gli aggiornamenti,e,soprattutto i consigli,ho 59 anni,percepito la Naspi fino ad Aprile 2019,ora disoccupato,convivo,e,la mia compagna Naspi fino a Settembre 2021,in pratica io disoccupato e lei lo sarà tra circa 1 anno.Nel mio caso,avendo circa 18 anni,di contributi tra figurativi e effettivi,e avendo problemi di salute,chiedo ,c’è qualche soluzione che mi permetta di anticipare la pensione,o accedere a qualche riconoscimento economico che mi permetta di andare avanti?Vi ringrazio anticipatamente

Purtroppo con soli 18 anni di contributi non solo non ha diritto ad alcun anticipo pensionistico ma corre il rischio di non rientrare nel diritto della pensione neanche al compimento dei 67 visto che la pensione di vecchiaia richiede almeno 20 anni di contributi maturati.

Se i suoi contributi sono stati interamente versati dopo il 1995, però, potrebbe avere diritto ad un pensionamento di vecchiaia al compimento dei 71. In alternativa per avere diritto ad una qualsiasi pensione dovrebbe versare volontariamente i 2 anni di contributi che le mancano per raggiungere i 20 anni.

Per quel che riguarda il riconoscimento economico potrebbe avere diritto al reddito di cittadinanza. Tutto dipende dall’importo della Naspi della sua compagna. In caso non rientrasse ora per reddito troppo alto potrebbe presentare domanda non appena andrà in scadenza l’indennità di disoccupazione della sua compagna. Per avere diritto al sussidio, in ogni caso, dopo aver richiesto l’Isee ordinario vi consiglio di presentare domanda di aggiornamento con Isee corrente per prendere in considerazione non più i redditi di due anni prima (quando entrambi eravate percettori di Naspi) ma quelli di quel momento attuale.

Altre strade per avere pensione o sostegno economico nel vostro caso, purtroppo, non ne vedo. In ogni caso le raccomando di sistemare la sua posizione contributiva per avere diritto, magari fra qualche anno, alla pensione. In caso contrario dovrà sperare di rientrare nei requisiti che le daranno diritto, a 67 anni, all’assegno sociale.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.