Anticipo pensionistico di vecchiaia per invalidità: chi può fare domanda e requisiti specifici

Anticipo pensionistico per invalidità: ecco tutte le categorie che possono fare domanda e i requisiti specifici.

Anticipo pensionistico di vecchiaia per invalidità, una misura a cui non possono accedere tutti e inoltre, bisogna avere particolari requisiti. Si tratta di una misura destinata ai lavoratori del settore privato dipendenti. La pensione di invalidità permette l’accesso solo dopo la valutazione dello stato invalidante tramite visita da parte di una Commissione medica, presso gli uffici Inps di appartenenza. L’anticipo pensionistico di vecchiaia per invalidità fa parte delle pensioni news attualmente in vigore. 

Anticipo pensionistico di vecchiaia per invalidità

Una lettrice ci scrive: “Salve, sono ipovedente, vorrei sapere se posso accedere alla pensione anticipata, ad agosto faccio 30 anni di contributi e ho 51 anni di età, sono centralinista. Grazie Mirella”.

Requisiti, aspettativa di vita e finestre mobili

Il beneficio dell’anticipo pensionistico di vecchiaia spetta ai lavoratori dipendenti del settore privato, sono esclusi i lavoratori autonomi e dipendenti pubblici. 

Per accedere a questo beneficio viene richiesto l’accertamento dello stato di invalidità effettuato presso gli uffici sanitari dell’Inps.

La Commissione sanitaria Inps, a seguito la visita medica, può concedere o meno il pensionamento anticipato di vecchiaia (circolari Inps n. 82/1994 e 65/1995).

Possono accedere all’anticipo pensionistico di vecchiaia le seguenti categorie di lavoratori:

  • non vedenti dalla nascita o divenuti prima del rapporto di lavoro che possano far valere almeno dieci anni di contribuzione dopo la cecità:55 anni uomini e 50 anni donne;
  • non vedenti in tutti gli altri casi: 61 anni uomini e 56 anni donne;
  • lavoratori invalidi con una percentuale almeno dell’80 per cento: 61 anni uomini e 56 donne; con un requisito contributivo di minimo 20 anni.

Questa misura è soggetta all’adeguamento all’aspettativa di vita, inoltre, è soggetto alla disciplina delle finestre mobili, questa misura comporta la posticipazione di un anno della pensione dopo aver perfezionato i requisiti richiesti. 

Quindi chi vorrà accedere nel 2020 a questo beneficio dovrà raggiungere un’età se uomo di 61 anni e se donna 56 anni e dovrà attendere l’apertura di una finestra mobile di 12 mesi per il primo rateo pensionistico. 

Ti potrebbe interessare anche: Pensione di invalidità troppo bassa, cosa fare


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”